Cade un altro ostacolo tra le donne e il potere: per la prima volta in Italia una ragazza comanderà una compagnia di carabinieri. Lei si chiama Michela Pagliara, ha 31 anni ed è di Trescore Balneario, in provincia di Bergamo. Presto sarà nominata comandante della compagnia di Legnano, anche se per ora è un tenente con funzioni di capitano.

Michela non è una ragazza qualunque. Figlia di carabinieri, da piccola abitava a Milano, nella caserma di via Moscova.

Non solo ha frequentato la Scuola ufficiali di Roma e l’Accademia militare di Modena, ma si è anche laureata in giurisprudenza con il massimo dei voti. Nel settembre 2007 è stata chiamata a dirigere il nucleo operativo radiomobile di Castel Gandolfo, a Roma. Di quel periodo dice: «Non ero tesa, ma collaborare alla sicurezza di un pontefice durante l’Angelus non è cosa di tutti i giorni».

Arriva a Legnano all’inizio della scorsa primavera e viene messa a capo del nucleo operativo. Lei, che è nata il 16 agosto 1978, la terza stelletta bianca bordata di rosso l’ha già conquistata. Da settembre comanda in tutto 180 carabinieri, e ormai tra i suoi sottoposti nessuno si sorprende più, ma «quando al telefono chiedono di parlare con il comandante e rispondo io, restano per un momento interdetti», racconta. Per strada la gente la ferma, soprattutto le signore anziane. E Michela parla sempre volentieri con tutti. Complimenti a Michela Pagliara.