La carbonara, il tipico piatto della cucina romana, è una ricetta abbastanza recente. Sembra, infatti, che la sua prima preparazione risalga ai tempi della Seconda guerra mondiale, quando la popolazione riceveva le razioni di cibo.

Per la sua prima preparazione sembra che fu usato l’uovo liofilizzato e il bacon che arrivava direttamente dalle provviste americane. Ma il risultato fu talmente buono da diventare un piatto tradizionale conosciuto in tutto il mondo.

Solitamente la carbonara si prepara con la pancetta, ma se abbiamo un ospite vegetariano a casa possiamo prepararla anche senza usare questo ingrediente, sostituendolo però con delle zucchine.

Per quattro persone saranno sufficienti 2 zucchine piccole (sono più saporite rispetto a quelle grandi), tre uova, parmigiano grattugiato, un cipollotto e del Curry in polvere, 400 grammi di pasta corta.

Lavate le zucchine e tagliate a rondelle abbastanza sottili e fare lo stesso con il cipollotto. Fate soffriggere la cipolla in un filo di olio e aspettate che imbiondisca. A quel punto mettete  a cuocere le zucchine nel soffritto, allungando con un po’ di vino bianco.

Nel frattempo cuocete la pasta in acqua salate. Quando le zucchine avranno iniziato ad ammorbidirsi aggiustate di sale e pepe e poi spolverate con abbondante curry e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta per amalgamare.

Nel frattempo sbattete le uova con il parmigiano e poco sale. Quando la pasta sarà pronta scolatela e mettete tutto in padella, spegnete il fuoco e aggiungete l’uovo. Girare con un cucchiaio di legno e servite con una spolverata di parmigiano grattugiato.