Grazia ed eleganza sono sempre state le sue caratteristiche principali, e nell’immaginario collettivo è da sempre l’incarnazione della delicatezza, ma Carla Fracci per chi la conosce bene ha sempre mostrato un caratterino non troppo tranquillo, e adesso se ne è accorto persino il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Tutt’altro che dolce infatti è stata la reazione dell’etoile della danza, ex direttrice del Teatro dell’Opera di Roma, nei confronti del primo cittadino della Capitale, al punto da meritarsi il famosissimo tapiro d’oro di “Striscia la Notizia”.

Ma facciamo un passo indietro. Lo scorso 17 maggio il sindaco Alemanno è intervenuto in un incontro che centinaia di lavoratori dello spettacolo avevano organizzato al Teatro dell’Opera di Roma per protestare contro il decreto sulle Fondazioni liriche recentemente approvato dal Governo, e in quella occasione, non appena il sindaco aveva concluso il suo discorso, la Fracci lo ha additato e rimproverato di non averla mai ricevuta in un anno intero, utilizzando un tono piuttosto piccato e manifestando una grande agitazione, nonché un rossore acceso sul volto.

La cosa ovviamente non è passata inosservata alla redazione di “Striscia la Notizia”, che le ha consegnato il famosissimo tapiro d’oro, a cui la Fracci ha risposto cosi:

Mi sono infuriata perché ci sono delle cose non chiare e io sono stata sempre molto leale nei confronti dei giovani e del mio lavoro. Credo che quello che ho fatto al Teatro dell’Opera sia stato molto importante e non vorrei che venisse smantellata la compagnia della danza, come è accaduto in tanti teatri. Ho chiesto un incontro con il signor Alemanno da più di un anno e non ci siamo mai incontrati, non mi ha mai voluto vedere

Comunque i due si sono già sentiti telefonicamente, e si incontreranno finalmente lunedì prossimo. Grazia ed eleganza a parte, la Fracci ha dimostrato amore e passione per il suo mondo. Nel frattempo, il PDL ha chiesto le dimissioni della ballerina da Assessore alla Cultura di Firenze.