È di poche ore fa l’ennesima provocazione di Carlo Giovanardi contro l’ultima locandina del gruppo Ikea.

Il sottosegretario alla famiglia, non nuovo a esternazioni indelicate del genere, si è scagliato contro il gruppo svedese perché colpevole di aver mostrato una coppia di uomini che si tengono per mano.

Galleria di immagini: Carlo Giovanardi contro Ikea

Questo a pochi giorni dall’attacco omofobo nei confronti del deputato Pd Paola Concia, colpevole di aver camminato mano nella mano con la sua compagna storica.

Lo slogan incriminato della campagna recita: siamo aperti a tutte le famiglie. Un atteggiamento aperto e al pari con i tempi attuali, eppure Giovanardi non è d’accordo e accusa erroneamente un vero e proprio attacco alla Costituzione:

“L’Ikea è libera di rivolgersi a chi vuole e di rivolgere i propri messaggi a chi ritiene opportuno. Ma quel termine famiglie è in aperto contrasto contro la nostra legge fondamentale che dice la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio, in polemica contro la famiglia tradizionale, datata e retrograda. A noi piacerebbe una campagna pubblicitaria che dicesse siamo aperti all’intera comunità. Nel senso che i clienti di una multinazionale sono uomini, donne, anziani, giovani senza preclusioni di nessun tipo. Ma diverso è attaccare la Costituzione italiana con tale violenza. Spero che l’Ikea non utilizzi più quell’annuncio per le prossime aperture annunciate in varie città.”

Appare evidente la contraddizione nelle stesse parole del sottosegretario, se la Costituzione contrasta l’atteggiamento retrogrado e datato, va da sé che una famiglia/coppia di fatto rientra nella nuova e corretta immagine di nucleo familiare.

Valerio Di Bussolo, responsabile Ikea delle relazioni esterne per l’Italia, ha specificato che:

“La Costituzione stabilisce qual è l’oggetto dei diritti, ossia quella fondata sul matrimonio, ma non definisce la famiglia tout court. Noi abbiamo a che fare con una realtà quotidiana in continua evoluzione, ci sono tipologie di famiglie molto variegate. Ikea quindi completa e aggiunge altre famiglie della realtà domestica, come quelle delle coppie di fatto, dei single, quelle composte da nonni e nonne.”