Il sottosegretario nonché responsabile del Dipartimento nazionale antidroga Carlo Giovanardi ha contestato l’ultima puntata di Annozero, dedicata al mondo della droga e in particolare al caso Morgan.

A causa dell’imminenza delle elezioni regionali, Annozero non ha potuto trattare del consueto tema politico e ha ripiegato su una sempreverde questione sociale: la piaga della droga. Ospite in studio il cantante Morgan, balzato agli onori della cronaca soprattutto per la rumorosa esclusione dal Festival di Sanremo, conseguenza dell’ammissione al mondo, tramite mezzo stampa, di far uso di cocaina come antidepressivo.

In realtà, secondo Giovanardi, la trasmissione più che attaccare la droga e il suo utilizzo ha finito per sponsorizzarla. Il sottosegretario ha usato parole durissime contro Annozero, in onda sulle reti dello Stato, ma anche per l’irriverente Chiambretti Night in onda su Italia 1 in tarda serata:

È inutile che il dipartimento faccia politiche attive per la formazione e la prevenzione dell’uso di droghe. Che i sert e le comunità siano impegnati al recupero di 150 mila ragazzi se poi, come ieri sera, nella trasmissione di Santoro assistiamo ad una sorta di fumeria d’oppio, di elogio della droga. La stessa cosa si può dire della trasmissione di Chiambretti su una rete Mediaset. È come se di fronte ad un’epidemia, si incita la gente ad ammalarsi.