Compie oggi 60 anni Carlo Verdone, uno degli attori e registi più apprezzati del cinema italiano, un personaggio che in oltre 35 anni di carriera ha saputo interpretare vizi e virtù dell’Italia e degli italiani, dando vita a personaggi unici rimasti per sempre nell’iconografia del nostro cinema.

L’esordio di Verdone avviene sotto la guida di un altro mito del cinema nostrano, Sergio Leone, che vuole il giovane Verdone alla regia di “Un sacco bello”, uscito nel 1980 e divenuto famoso per alcuni personaggi a forte carica ironica e amara al tempo stesso.

È quindi la volta di “Bianco, Rosso e Verdone“, dove si conferma l’abilità di Verdone sia davanti che dietro la cinepresa, per arrivare poi a “In viaggio con papà” del 1982, dove il sessantenne regista recita a fianco di Alberto Sordi, di cui Verdone è stato talvolta definito l’erede.

I successi continuano poi con “Borotalco”, dove ritroviamo anche Eleonora Giorgi e “I due Carabinieri”, in coppia con Enrico Montesano, mentre Verdone lavora a fianco di Ornella Muti in “Acqua e Sapone” e “Io e mia Sorella”.

Compagni di scuola” arriva nel 1988 e è forse uno dei film più complessi realizzati dal regista romano, mentre appartengono agli anni novanta i successi di pellicole come “Perdiamoci di Vista”, “Maledetto il giorno che t’ho incontrato”, “Viaggi di nozze” e “Sono pazzo di Iris Blond”.

Infine, da non scordare la partecipazione come attore in “Manuale d’Amore” di Giovanni Veronesi e in “Questione di cuore” di Francesca Archibugi, dove Carlo Verdone interpreta se stesso. Mentre tra i prossimi film in progetto ci sono “Posti in piedi in Paradiso”, dove sarà regista e attore, e “Manuale d’amore 3”.