Carlo Verdone e Leo Gullotta affossano To Rome with Love, l’ultimo film di Woody Allen.

Al momento della sua uscita, To Rome with Love aveva diviso il pubblico e la critica: alcuni lo hanno considerato una simpatica dichiarazione d’amore per la città, altri un vero e proprio passo falso per Woody Allen.

Galleria di immagini: To Rome With Love

Carlo Verdone, nei giorni scorsi si è schierato dalla parte dei polemici, affermando che la Roma di Allen non lo ha divertito affatto, anzi, lo avrebbe rattristato molto:

«È un brutto film girato da qualcuno che non ha capito niente della città. Una pellicola da cartolina da tabaccai.»

La dichiarazione di Verdone ha dato il la per numerose altre polemiche sorte da parte di attori italiani: Leo Gullotta, voce di Allen nel film, rincara la dose. L’attore e doppiatore afferma che To Rome with Love non lo ha entusiasmato. Alcune battute erano divertenti per Gullotta, ma l’idea originale di Allen “si è ammosciata come un gelato” sotto l’effetto del caldo romano.

Le affermazioni di Verdone e Gullotta hanno avuto una certa eco e altre personalità italiane si sono unite alle critiche negative sul film, come Roberto D’Agostino che, senza mezzi termini, definisce To Rome with Love un brutto film. L’immagine di Roma creata da Allen oscilla tra chi l’ha considerata poco veromile, sorpassata, fuori dai tempi e chi, invece, l’ha reputata un omaggio malinconico alla città eterna.

Fonte: Repubblica