È una Carmen Consoli a tutto campo quella che si confida per il magazine “A“. Qualche settimana fa la cantautrice aveva fatto parlare di sé per il nuovo singolo “AAA Cercasi“, dove si mettevano in evidenza le vergogne della politica in uno dei periodi più chiaccherati della storia della Repubblica Italiana, quello del bunga bunga.

Oggi Carmen torna e, in modo del tutto insolito rispetto alla sua tipica riservatezza, parla di sesso, droga e masturbazione. E candidamente ammette di desiderare un figlio omosessuale.

Galleria di immagini: Carmen Consoli

Proprio in merito ai gay, e ai continui attacchi che la comunità GLBT è costretta quotidianamente a subire, la Consoli ribadisce come non vi sia niente di deprecabile in questo orientamento sessuale. È infatti cresciuta in una famiglia tollerante, dove la presenza di una solida coppia di uomini non ha mai generato i commenti negativi di nessuno: non vi è, perciò, alcuna differenza nell’amare una persona del proprio o del sesso opposto. E per quanto riguarda i rapporti carnali, l’artista ammette di non disdegnare il “piacere fai da te”.

Per quanto riguarda l’utilizzo delle droghe, Carmen ammette di non esserne propriamente un’amante, ma di essere una viva sostenitrice della loro liberalizzazione. Solo rendendole disponibili a tutti, e quindi diminuendo il loro potenziale trasgressivo, si può combattere un business illecito foraggiato dalle mafie.

“Non sono una grande amante delle canne e delle droghe in genere, però sono favorevole. Ognuno fa ciò che vuole. Sono dell’idea di legalizzarle, liberalizzarle, metterle a disposizione di tutti, perché interromperebbe un traffico illecito che è alla base di tanti altri mali”.

Insomma, una Carmen Consoli sincera, moderna e molto aperta quella che si svela per il magazine femminile “A”. Già portavoce musicale delle istante di riscatto della donna, siam certi che queste nuove dichiarazione accresceranno il rispetto per una delle artiste più importanti della musica italiana.