Imparare a scegliere i cartoni per bambini pone di fronte ad una verità che forse in Italia è parzialmente sconosciuta o ignorata: i cartoni animati, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non sono un prodotto esclusivamente pensato per i più piccoli. In altri Paesi, come il Giapponese ad esempio, questo concetto è molto più diffuso: i cartoni animati sono pensati e prodotti in base a specifiche esigenze dettate anche dall’età dei futuri fruitori.

Proprio per questo motivo un cartone animato non può essere etichettato a priori come un prodotto per bambini e proprio per questa ragione occorre porre molta attenzione nella scelta di cosa mostrare ai propri figli. Una scelta che va ponderata in base alla loro età e al loro grado di sviluppo e apprendimento.

I cartoni per bambini vanno scelti tenendo in considerazione anche due aspetti fondamentali: si desidera un cartone educativo oppure un cartone puramente d’intrattenimento? Ovvio che l’alternativa dovrebbe essere rappresentata anche dalla possibilità di avere un cartone animato sia educativo sia d’intrattenimento (e infatti nella maggior parte dei casi è questo che avviene) ma in entrambi i casi è bene fare attenzione: non bisogna delegare troppo la funzione educativa al cartone animato né bisogna permettere che il cartone diventi una sorta di prodotto in grado di tenere a bada il bambino. Insomma, in tutte e due le situazioni il prodotto va utilizzato con intelligenza: solo in questo modo i cartoni per bambini possono svolgere correttamente le proprie funzioni, senza che il bambino possa correre alcun rischio.

Cartoni per bambini: i cartoons educativi

L’offerta televisiva si è talmente estesa a dismisura (senza contare l’offerta che si può trovare su internet) che è praticamente impossibile non trovare cartoni per bambini che possano svolgere principalmente o in parte una funzione educativa. E d’altra parte, cosa c’è di meglio di un cartone animato per imparare divertendosi? I più piccoli possono imparare l’inglese grazie a Manny Tuttofare, possono capire come preparare lo zainetto per la scuola attraverso le semplici istruzioni dell’Agente Speciale OSO. E come dimenticare la mitica Peppa Pig, la maialina rosa amatissima dai bambini? Andando sui personaggi più classici, i cartoni per bambini che hanno uno scopo educativo possono essere quelli della PimpaTeletubbies, La casa di Topolino oppure Dora l’esploratrice.

Cartoni per bambini: intrattenimento

Se si desidera mostrare al proprio figlio un cartone animato di puro intrattenimento, casa Disney offre un archivio sterminato di cartoons adatti a tutti i più piccoli (e che nemmeno gli adulti non disdegnano affatto): si va dai grandi classici  intramontabili (Dumbo, Cenerentola, La bella addormentata, La sirenetta, Lilli e il Vagabondo…) alle serie dei cartoni che vedono come protagonisti Paperino, Topolino, Pippo e tutti gli altri personaggi disneyani.

Per tutti gli altri cartoni che si possono guardare in tv, occorre prestare attenzione e capire se il prodotto possa essere adeguato oppure no all’età del bambino-spettatore. Un minimo di ricerca potrebbe rendere le idee più chiare: all’interno di un cartone potrebbero esserci scene violente o comunque inadatte ad un pubblico che non è ancora in grado di discernere la realtà dalla finzione. Non si può tenere tutto sotto controllo ma un minimo di precauzioni di possono prendere e non si può delegare questa funzione totalmente alle emittenti televisive.