Abit@giovani è un progetto per i giovani, per il quale è stato sottoscritto di recente un Protocollo d’Intesa: presto saranno disponibili altre 750 case in tutta la Regione Lombardia.

Con Abit@giovani oggi è più semplice ottenere una casa a prezzi calmierati per giovani famiglie, studenti e lavoratori che abbiano un’età di 35 anni al massimo.

Abit@giovani, una vera opportunità per le giovani coppie , è un progetto di housing sociale che si propone di rendere disponibili 1.000 alloggi in tutta la regione: 250 di questi, messi a disposizione da Aler sul territorio milanese, sono già disponibili. I requisiti per entrare nelle case sono un reddito Isee-Erp inferiore a 40.000 euro e un’età complessiva della coppia non superiore a 70 anni.

Vi si potrà accedere attraverso la formula del Patto di futura vendita (con l’acquisto dell’alloggio tra il quinto e l’ottavo anno di locazione, con un acconto del 10 per cento del valore della casa e un canone mensile di 470 euro, il cui 50 per cento sarà valido come acconto sulla quota di acquisto) o dell’affitto a canone calmierato (400 euro al mese per 70mq).

NOTA

Il Protocollo d’Intesa, al quale ha aderito anche Confartigianato Lombardia, è stato firmato dal direttore generale dell’Assessorato regionale alla Casa Mario Nova; Carlo Cerami, consigliere delegato della Fondazione Cariplo; Felice Scalvini, presidente della Fondazione Housing Sociale; Loris Zaffra, presidente Aler Milano; Giuseppe Vivace, segretario regionale della Cna; Fabio Carlozzo, amministratore delegato di Polaris Investment Italia Sgr Spa.

Tutte le informazioni sul sito www.abitagiovani.it.