Una casa di riposo per transessuali. E’ questa la pensata di un anziano transgender di JakartaMamy Yuli, che ha creato un luogo dove  questi individui, fortemente discriminati anche a causa della professione di prostitute, possono trovare un rifugio sicuro dalle forti discriminazioni presenti nel loro paese.

Nel 2011 il governo indonesiano ha dichiarato, infatti, i transgender malati di mente, è per questo” spiega Yoti, uno degli ospiti della casa di riposo “che la casa di Mamy è un’ancora di salvezza. Io ho 70 anni – continua Yoti – sono vecchio e ho bisogno di un posto dove vivere. Per questo sono qui, perché mi fido di Mamy Yuli, mi aiuta ad affrontare le situazioni difficili“.

La speranza è quella di riuscire a reintegrare queste persone nella società insegnando loro altri mestieri: “Proprio perché sono più maturi, infatti, – afferma Mamy Yuli – potrebbero lavorare come domestici oppure massaggiatori e parrucchieri“.