Apprezzamento per il Ministro Passera dal Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani

Il Presidente dell’Associazione dei proprietari di casa ha espresso parole di apprezzamento e stima nel confronti del Ministro Passera sullo spinoso tema della onerosa tassazione immobiliare, che sta mettendo a dura prova non solo la situazione economica, ma anche e soprattutto la salute psicofisica di tutti i cittadini italiani che, con molti sacrifici, hanno potuto acquistare una casa.

Corrado Sforza Fogliani ha espresso pieno apprezzamento per le parole del Ministro Passera sulla pressione fiscale per motivi ben precisi. E con un corollario, anzi con due.

Il primo: che l’attuale pressione fiscale deve essere ricondotta ad equità fra i vari comparti, in quanto oggi, in modo assolutamente preponderante, grava soprattutto sul settore immobiliare e, nell’ambito di questo, quasi esclusivamente sui beni appartenenti alla proprietà diffusa.

Secondo corollario: va recuperato il civile principio della Corte costituzionale tedesca. Per chi non lo sapesse, in base a questo principio ”la casa è un bene che non può essere tassato oltre il reddito che produce”. Questo, invece, si sta proprio verificando con l’Imu, come gli italiani stanno constatando proprio in questi giorni: gli effetti pericolosamente deleteri sul mercato immobiliare sono oltremodo disastrosi, soprattutto per quanto riguarda la totale scomparsa dell’investimento nell’acquisto di immobili da mettere a reddito con la locazione.

Gli effetti sociali che ne conseguono sono già abbastanza evidenti e peggiorano in modo intollerabile un’emergenza che non si può certo pensare di governare con misure retrive. Da parte nostra, una considerazione: la casa è un bene prezioso, al quale hanno da sempre tentato di attingere tutti coloro che avevano bisogno di fare cassa ”per quadrare il bilancio”…Ma quale bilancio???