Casablanca potrebbe avere un seguito. Il celebre film di Michael Curtiz, interpretato da un magnetico Humphrey Bogart e da una divina Ingrid Bergman, è stato una delle pellicole più iconiche e ben riuscite del cinema americano degli anni Quaranta. In altre parole, Casablanca è un capolavoro e l’idea di una seconda parte scontenta molti.

Galleria di immagini: Casablanca

Se dovesse essere girato, Casablanca 2 sarebbe ambientato negli anni Sessanta e avrebbe per protagonista Richard, figlio di Rick e Ilsa. Il giovane decide di tornare in Medio Oriente alla ricerca del padre. Nel corso del suo viaggio si allea con Joan, una donna araba che fa parte di un movimento per la ricerca dei nazisti in fuga.

Gli scettici, come già detto, non mancano. Da un lato, il grande timore è quello di non riuscire a trovare un attore ventenne pieno di fascino: se ci si vuole riagganciare a Casablanca, infatti, occorrerebbe almeno poter ricostruire, tra regia e interpretazione del protagonista, quel fascino in bianco e nero che solo un attore come Bogart ha saputo comunicare. E sembra proprio che, almeno per ora, di attori di questo calibro tra i venti e i trenta anni Hollywood sia sprovvista.

Ma a rendere veramente scettici è proprio lo statuto di capolavoro di un film come Casablanca. Proprio in quanto tale, l’opera di Curtiz dovrebbe essere lasciata unica e intatta, senza cercare di fare aggiunte e collegamenti che potrebbero scalfirne la memoria.

Fonte: BadTaste