La domotica, cos’è. È un ramo della moderna tecnologia che si occupa di migliorare la qualità della vita nella casa. Di risparmiare, a chi ci abita, tempo e lavoro. Il controllo della climatizzazione della casa, ad esempio, è ormai ritenuto indispensabile, e non solo nelle case di nuova costruzione. Ma altri elementi si aggiungono alla necessità sempre più sentita di dotare la casa delle più moderne tecnologie per ottimizzare e ridurre i consumi energetici.

I vantaggi della tecnologia domotica per la gestione della casa sono vari. È possibile monitorare le condizioni ambientali; controllare puntualmente il consumo di energia per il risparmio energetico; regolare il sistema di condizionamento, l’impianto di illuminazione, gli elettrodomestici e i sistemi di sicurezza; gestire gli allarmi tecnici che provvedono a preservare la salute degli abitanti e la sicurezza delle strutture edilizie ed impiantistiche; simulare il regime di occupazione nei periodi in cui in casa non c’è nessuno.

La casa domotica viene definita ”casa intelligente” non perché sia un prodotto di lusso o pensato per una cerchia ristretta di utenti, ma perché rappresenta un’opportunità che consente di soddisfare esigenze diverse secondo le diverse necessità nei vari momenti della giornata. Infatti decide l’utente cosa gestire con il sistema di domotica. Intanto possiamo riferire i vantaggi che può offrire una casa domotica e i requisiti che deve avere un impianto domotico per essere realmente efficiente a 360°.

Un sistema domotico, per offrire reali vantaggi, deve avere precisi requisiti: in caso di anomalie deve isolare l’apparecchiatura guasta e segnalare il problema tempestivamente tramite un allarme; deve offrire semplicità e sicurezza, nel senso che dev’essere facilmente utilizzabile; non rappresentare un intralcio alla gestione degli apparati presenti all’interno della casa e reagire immediatamente in caso di eventi ”fuori del comune”.

Il sistema domotico, una volta installato, deve essere facilmente ampliabile senza provocare stravolgimenti strutturali dell’intero sistema; deve avere dei costi contenuti e garantire un risparmio energetico che giustifichi la spesa; ottimizzare i consumi per diminuire gli sprechi energetici; deve essere efficiente, ovvero agevolare le operazioni principali all’interno della casa in modo da migliorare la vita quotidiana delle persone che vi abitano.