La gara è ormai aperta e decidere chi sarà il vincitore davvero un’impresa molto ardua. Dopo Samsung e Sony Ericsson, sembra che ormai tutte le aziende di telefonia mobile stiano seguendo un solo comandamento: realizzare il migliore cellulare con la fotocamera più potente, cioè la famigerata 8 megapixel.

E così anche la Casio, praticamente una neofita nel campo della telefonia, ha deciso di schierarsi in battaglia e lanciare la sua mossa, con una versione formato telefono della sua celebre fotocamera Exilim con il cellulare W63CA Exilim.

Destinato solamente per il mercato giapponese e in un secondo momento per quello statunitense, Casio W63CA Exilim propone una fotocamera più potente rispetto ai suoi competitor Samsung Innov8 e Sony Ericsson Hikaru. Il sensore infatti è di 8,1 megapixel, una piccola differenza che però mette una barriera tra il cellulare Casio e i suoi avversari e che permette di segnare il primo punto in questa guerra di cellulari.

Il sensore della fotocamera è accompagnato da un fronte che ricorda molto quella di una fotocamera con LED flash. Tra le caratteristiche tecniche comprende anche grandangolare, face detection, controllo della stabilità delle immagini, supporto alle MicroSD, autofocus 9 punti e modalità registrazione video YouTube a risoluzione VGA a 30fps.

Lo schermo è orientabile a 360 gradi e ha una risoluzione di 480×800 pixel e una diagonale di 3,1 pollici OLED per un totale di 384.000 pixel. Lo spessore è davvero molto sottile, solo 17,4 millimetri.

Come abbiamo già detto, non è prevista la commercializzazione di Casio W63CA Exilim in Europa. Peccato, sarebbe stato interessante confrontare con mano le prestazioni di questi cellulari. Ma tanto siamo sicuri di una cosa: la gara è aperta, quindi sotto a chi tocca.