Il primo appuntamento è sempre un punto interrogativo. Ci si vorrebbe trovare di fronte al ragazzo perfetto, ma in amore non c’è nulla di perfetto, c’è solo una persona con cui si possa avere un rapporto sereno, alla pari, e magari con una passione da fuochi d’artificio. C’è chi assimila il corteggiamento a un casting, come se si stesse mettendo alla prova chi ci si trova davanti e in parte è così: come i film romantici di quart’ordine insegnano, mentre ci si sta per coinvolgere in una relazione sentimentale bisogna essere se stessi e mostrare tutte le proprie migliori qualità. Non lo fanno solo gli uomini, ma anche le donne.

Naturalmente, quando si parla di casting è in senso figurato: sarebbe incredibilmente squallido fare un casting vero e proprio al primo appuntamento con un uomo. Solo immaginarlo ha del grottesco. Come potrebbe funzionare: si fa il provino, si chiede degli interessi personali, ci si fa dare una foto e gli si risponde “le faremo sapere”? I rapporti umani, in particolare l’amore, sono un po’ più complessi di un casting e richiedono conoscenza e piccoli sacrifici da parte di entrambi, anche se vagliare attentamente chi ci si avvicina con l’intento di un corteggiamento non è certo un male. Il primo appuntamento non è una prova ma solo un primo passo per approcciarsi a quello che potrebbe essere qualcosa di più grande.

Intanto, bisogna sempre ricordare che, a differenza di un casting, si può dare una seconda possibilità dopo un primo appuntamento andato male: non tutti gli uomini sono sicuri di sé in un’occasione come questa, per cui la persona che si ha di fronte potrebbe essere nervosa e agitata e magari vedendosi una seconda volta, l’agitazione sicuramente passa. Magari tra un’uscita e l’altra si può pensare di telefonarsi e sentirsi in contesti differenti, per constatare anche come l’uomo reagisce di fronte a stimoli diversi.

L’uomo perfetto in fondo non esiste, ma è solo un mix le tra tante caratteristiche che a una persona si possono attribuire: l’uomo ideale è tenero ma anche risoluto, ha cura del proprio corpo ma senza essere vanitoso, è rispettoso ma sfodera la propria virilità al momento opportuno. Certo, però non bisogna essere neppure troppo esigenti. Ogni donna può incontrare il suo sceicco bianco di felliniana memoria, basta solo avere un po’ di apertura mentale e non sentirsi migliori di nessuno.

Fonte: Sheknows.