In attesa dell’uscita nelle sale italiane, il 24 agosto, di Cattivissimo me 3, nuovo capitolo del fortunatissimo franchise della Illumination, la Universal Pictures ha organizzato alla Casa del Cinema di Roma, il 21 giugno, un incontro con le voci di Arisa, Max Giusti e Paolo Ruffini. A loro l’onere e l’onore di doppiare Gru e suo fratello Dru, Lucy e Balthazar Bratt, il cattivissimo – esilarante – del nuovo film.

Un vero onore, visto che i film prodotti dalla Illumination sono diventati un fenomeno mondiale: i soli Minions sono conosciuti addirittura dal 95% delle persone e i film hanno raccolto 4,7 miliardi di dollari in tutto il mondo, annoverandone 2 tra i top 6 nella classifica degli incassi. Motivo di tanta fortuna? I personaggi creati dallo Studio, comici e autentici insieme, tanto da essere stati in grado di attirare un pubblico di ogni età e livello culturale.

Racconta Max Giusti, per la terza volta voce di Gru: “Io non amo i cartoni animati, perché mi annoiano. Quelli di Illumination, però, hanno qualcosa di diverso, non sono mai stucchevoli: in quale altro cartoon ci sono delle Big Bubble che uccidono?”.

Già perché al film, in linea con i capitoli precedenti, non manca una forte dose di irriverenza, scevro come è dall’esigenza di rientrare nei canoni del politically correct. Aspetto, questo, particolarmente caro a Paolo Ruffini, voce del villain Balthazar Bratt: “In originale è Trey Parker, il creatore di South Park, a dargli voce. È un cattivo che in realtà è un infelice, perché Hollywood l’ha tradito. Da ragazzino, negli anni Ottanta, era sulla cresta dell’onda e poi è caduto nel dimenticatoio“.

Galleria di immagini: Cattivissimo me 3, incontro con le voci di Arisa, Max Giusti e Paolo Ruffini, foto

E gli anni Ottanta, e la pop music, sono uno dei temi portanti del film: “Io sono rimasto negli anni Ottanta – prosegue Ruffini – alle canzoni di allora, ai vhs, alla prima serata televisiva delle 20.30, a Bim Bum Bam, ai colori. Non a caso ho tatuato sul braccio Gary Coleman, l’attore ragazzino che interpretava Arnold. Trovo che ci siano molte affinità tra lui e Balthazar Bratt: entrambi hanno avuto successo in quegli anni e poi sono stati relegati ai margini“.

Era un’epoca di sogni - gli fa eco Max Giusti - di positività. Cattivissimo me 3 ci riporta a quel mondo lì, un mondo da fiaba dove ci sembrava che tutto fosse possibile”. Troppo giovane Arisa, per provare la stessa nostalgia: “Io sono nata nell’82, quindi ho vissuto consapevolmente gli anni ’90. Però lo rammento come un decennio in cui era la serenità che si respirava in famiglia“.

Ognuno di loro, però, conserva un ricordo caro dei personaggi che hanno doppiato: “Non caro, carissimo – corregge Max Giusti – perché Gru è cresciuto negli anni con me. E poi mi ha dato la possibilità di diventare figo agli occhi del pubblico più importante, quello dei bambini. Addirittura sono diventato figo per i miei figli. In fondo Gru è come me, un vincente un po’ grosso, che anche se sbaglia mentre fa le cose alla fine vince sempre. Per me è una forma di riscatto: io sono un comico, i comici non vincono mai“.

Stessa linea per Ruffini: “Anche io da adolescente avevo quella brutta peluria che aveva Balthazar. Certo mi piacerebbe fare quei palloni con le Big Bubble come fa lui e mi garbano parecchio le spalline delle sue giacche. A parte questo, è un personaggio che insegna una cosa importante: malgrado le cose non vadano come ti aspettavi, puoi comunque essere felice“.

Lucy è un grandissimo esempio per me - confessa Arisa - perché malgrado sia combattuta tra la famiglia e la carriera, riesce con leggiadria a conciliare tutto. Immergermi in lei è come immergermi in una dimensione di rettitudine per qualche settimana. Peccato che poi l’incantesimo finisca e io torni a essere me“.

Max Giusti conclude l’incontro: “Cattivissimo me 3 è un’occasione imperdibile per stare con i propri figli, facendosi un sacco di risate e condividendo con loro un po’ di tempo“. Non resta quindi che aspettare fino al 24 agosto, per conoscere le nuove avventure di Gru e dei piccoli e irriverenti Minions.