Bella, brava e belga è un trinomio che ben si addice a Cécile de France, l’attrice scelta da Clint Eastwood per affiancare Matt Damon nel film Hereafter (In Futuro), che si sta girando in queste settimane a Londra.

Recitare in un film di Clint Eastwood significa assicurarsi un futuro professionale più che roseo, ma l’attrice belga, al pari di Hilary Swank che vinse il suo secondo Oscar con “Million Dollar Baby”, lo merita per gli anni di gavetta trascorsi dividendosi fra gli studi universitari e quelli di recitazione.

Dopo una giovinezza trascorsa nei teatri francesi e una laurea alla France Ècole National Supérieure des Arts et Techniques du Théâtre, Cécile de France inizia a muovere i primi passi nel cinema con i cortometraggi di Jean-Pierre Améris e in televisione nella serie Juge est une femme. La consacrazione sul grande schermo arriva all’inizio del terzo millennio con “L’appartamento spagnolo” e “Bambole russe”, entrambi di Cédric Klapisch con Romain Duris e Audrey Tautou, “Alta tensione” di Alexandre Aja, “Il giro del mondo in 80 giorni” di Frank Coraci (in cui recita al fianco di Jackie Chan), “Un po’ per caso, un po’ per desiderio” di Daniéle Thompson fino all’ultimo film di Jean-François Richet, “Nemico Pubblico N.1- L’istinto di morte”.

Ora è arrivata la grande occasione: “Hereafter” è un thriller che narra la storia di tre persone che vivranno un’esperienza molto vicina alla morte, una delle quali è proprio la De France, che interpreterà una giornalista francese. Non ci sono altre anticipazioni per quanto riguarda la trama, ma si preannuncia un film che ha diverse analogie con Il sesto senso di Manoj Night Shyamalan.

La sceneggiatura è firmata da Peter Morgan, sceneggiatore e drammaturgo britannico che per il cinema ha sceneggiato “L’ultimo re di Scozia”, “The Queen”, “L’altra donna del re”, “Frost/Nixon – Il duello” e “Il maledetto United”. I diritti dello script appartengono alla DreamWorks Animation di Steven Spielberg, ma Eastwood è riuscito ad ottenere il permesso di sviluppare la pellicola con la Warner Brothers. L’impresa non deve essere stata difficile per il regista (che è anche produttore del film insieme a Kathleen Kennedy e Robert Lorenz), dato che Spielberg ha già prodotto il suo dittico “Lettere da Iwo Jima” e “Flags of Our Fathers” ed è anche produttore esecutivo di “Hereafter” insieme a Frank Marshall, Peter Morgan e Tim Moore.

Dopo Londra, la troupe si sposterà per le riprese a Parigi, Hawaii e San Francisco. Il film è atteso nelle sale per dicembre 2010.