Denti del giudizio: fastidiosi, addirittura dolorosi e inutili? No, non è proprio così: i denti del giudizio sono una fonte preziosa, da essi è possibile ricavare cellule staminali.

A sostenerlo è una ricerca giapponese del National Institute of Advanced Industrial Science and Technology, diretta dal dottor Yasuaki Oda e pubblicata sul Journal of Biological Chemistry.

Gli scienziati spiegano come sono riusciti a produrre staminali indotte (Ips) a partire dai tessuti molli dei denti del giudizio. All’interno di questi si troverebbero delle cellule particolari chiamate scientificamente mesenchimali stromali. Queste ultime risultano essere simili a quelle che si trovano all’interno del midollo osseo.

Con la tecnica tradizionale le cellule mesenchimali vengono estratte dal midollo osseo o dalla pelle attraverso un lungo procedimento. Successivamente vengono trasformate in staminali indotte e poi, grazie alla modifica di 4 geni, si ottengono staminali embrionali.

Con la nuova tecnica prelevare le cellule sembrerebbe molto più facile, inoltre i primi studi hanno rivelato come siano 100 volte più efficienti di quelle tradizionali.

I primi test hanno dato buoni risultati: gli scienziati hanno trasformato le cellule Ips in cellule cardiomiociti, le cellule presenti nel cuore.