Una vita sempre di corsa, i numerosi impegni con la famiglia e le scadenze lavorative: a molte donne sarà capitato di percepire, giunta la sera, un forte senso di stanchezza alle gambe. Oltre che alle normali attività quotidiane, questo fastidio potrebbe però essere anche derivante da piccoli problemi circolatori, risolvibili con il ricorso a prodotti tra i quali Centellase Compresse che, con il principio attivo estratto dalla Centella asiatica, può aiutare a migliorare la circolazione.

Gambe gonfie e stanche? Un aiuto da Centellase

È uno dei disturbi più diffusi e fastidiosi per il genere femminile, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, quando si vorrebbe essere attive, in forma e scattanti. E lo è soprattutto la sera, quando ci si vorrebbe dedicare ad attività di svago, si tratti di una cena romantica oppure di quattro salti in pista, e invece si è costrette a rimanere sdraiate e con gli arti sollevati in cerca di un tanto ambito sollievo. Quello delle gambe gonfie e stanche è un problema direttamente connesso allo stile di vita, a delle abitudini che possono provocare un lieve rallentamento della circolazione a livello degli arti inferiori, causando così un minore apporto di ossigeno ai muscoli. Alcuni dei fattori scatenanti hanno diretta relazione con le mode e le convenzioni sociali, quali indossare i tacchi alti, magari indossati per più di otto ore consecutive in ufficio. Altre derivano invece dalla normale routine giornaliera, poiché le donne sono sempre più di corsa: tra faccende domestiche e lavoro, tra una riunione in ufficio e uno scatto da atleta a scuola per prendere i bambini e non vi è tempo per un adeguato riposo. Molte, infine, da vizi e piccoli piaceri della vita: una dieta non equilibrata, l’alcol e il fumo, una tendenza alla sedentarietà, magari anche obbligata per un’occupazione sempre alla scrivania.

Il fenomeno è talmente diffuso che, da tempo, le donne ricorrono a vari rimedi per trovare sollievo, magari ereditati da mamme e nonne: chi non si è mai messa a mollo in acqua fresca, ad esempio, sperando di dare sollievo a gonfiore e arrossamenti? Questi rimedi, tuttavia, tendono a essere un ristoro momentaneo senza agire direttamente sul problema. Centellase Compresse, abbinato a uno stile di vita sano e attivo, può invece aiutare a raggiungere risultati nel lungo termine, poiché i principi attivi di Centella asiatica migliorano la circolazione locale, rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e li proteggono, per un’azione mirata e prolungata nel tempo. Di seguito, tutte le informazioni su Centella, e sulle peculiarità di Centellase Compresse.

Centella asiatica: quali sono le proprietà?

Centella asiatica, nota anche con il nome popolare di “tigre di prato”, è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Apiaceae. Originaria dell’Asia, trova ottima distribuzione anche in Australia e in Africa, dove è usata sin da tempi antichi per le sue potenzialità cicatrizzanti e rinvigorenti per la circolazione sanguigna.

Grazie ai principi attivi di cui è dotata (triterpenoidi pentaciclici – centelloidi), la pianta esprime due principali azioni: la prima trofico-cicatrizzante, utile per migliorare la circolazione e la riparazione dei tessuti, l’altra vasoprotettiva, in grado di tonificare le pareti vasali. In tempi moderni viene scelta principalmente per trattamenti dermatologici ed estetici, poiché i principi attivi si sono rivelati utili per la gestione di capillari in evidenza, emorroidi, crampi a livello di arti inferiori.

Centellase Compresse un alleato per gambe belle e sane

Centellase Compresse è un farmaco da banco prodotto dal Laboratorio Farmaceutico S.I.T. La confezione, con prezzi tra i 12 e i 15 euro, contiene trenta compresse da 30 mg ciascuna, raccolte in comodi blister. Utile per migliorare la circolazione agli arti inferiori, per rinforzare vene e capillari, nonché per ridurre il gonfiore delle gambe dopo lunghe e stancanti giornate, Centellase è solitamente assunta in una o due compresse al giorno, accompagnate da acqua. In particolare, il prodotto si è rivelato utile in caso di:

  • gonfiori alle gambe dovuti a insufficienza venosa, pesantezza, formicolii e pruriti;
  • crampi notturni;
  • fragilità dei vasi capillari.

Le compresse, deglutite intere con acqua preferibilmente al momento dei pasti, possono essere usate per brevi trattamenti, consultando il medico di fiducia qualora il disturbo si ripetesse nel tempo. Centellase Compresse come tutti i medicinali, può avere effetti collaterali e controindicazioni. Per questo è utile chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di procedere all’assunzione e leggere con attenzione il foglietto illustrativo.

Insufficienza venosa e fragilità capillare: segni e sintomi

Si parla di insufficienza venosa alle gambe quando il flusso del sangue dagli arti al cuore è difficoltoso. Nelle vene degli arti inferiori la circolazione non è continua, ma è attuata grazie ad apposite valvole: quando queste sono ostruite, o danneggiate, si possono verificare fenomeni relativi all’insufficienza venosa. I sintomi possono comprendere gonfiore, varici, decolorazione della pelle, crampi, bruciore, stanchezza agli arti e calore: questi variano a seconda del grado del disturbo.

Uno dei segni più comuni dell’insufficienza venosa, soprattutto nelle fasi iniziali, sono capillari fragili e in evidenza. Spesso si tende a sottovalutarne la portata, ritenendolo un semplice disturbo estetico, invece sono importanti da gestire e curare.

L’insufficienza venosa e la fragilità capillare possono derivare da moltissime cause, ma lo stile di vita può giocare un ruolo importante nella loro comparsa. L’abitudine al fumo, ad esempio, ma anche il sovrappeso e un’attività fisica non adeguata, possono contribuire all’insorgenza. A livello capillare, inoltre, è importante un corretto apporto di vitamina C e zinco nella dieta, ma il disturbo può derivare da ecchimosi, infezioni, reazioni allergiche o dall’assunzione di alcuni farmaci.

Centellase Compresse e stile di vita: i consigli per gambe sempre in forma

Centellase Compresse può essere un valido alleato nel trattamento delle gambe stanche, per il gonfiore, i capillari in evidenza e molti altri sintomi connessi all’insufficienza venosa. Si possono però migliorarne i risultati adottando uno stile di vita sano, attivo, sempre attento alle necessità dell’organismo. Piccole abitudini quotidiane che potranno di certo incrementare il proprio benessere, il tutto senza impegni faticosi o privazioni eccessive.

Il primo consiglio è quello di sottoporsi a un esercizio fisico costante, rafforzando i muscoli delle gambe: in questo modo, infatti, si migliorerà il meccanismo di ritorno del sangue al cuore. Nei momenti di inattività fisica, ad esempio quando si è in ufficio, è inoltre utile non mantenere le gambe accavallate per lunghi periodi e, a intervalli regolari, si suggerisce di alzarsi dalla propria postazione, così da ripristinare la circolazione. Non ultimo, è indicato evitare indumenti troppo stretti e sfruttare sempre scarpe comode, affinché la posizione di piedi e gambe sia il più naturale possibile.

Si prosegue quindi con la dieta, cercando di perdere peso se necessario, e introducendo buone quantità di frutta e verdura nei cinque pasti quotidiani, poiché contribuiscono a idratare l’organismo, un buon apporto di vitamina C e altri nutrienti utili al cuore e alle vene. Lo stesso vale per l’acqua: se ne dovranno bere almeno 1,5-2 litri al giorno, per assicurare una buona idratazione, mantenendo il volume del sangue nella norma e agevolando, così, la circolazione. Infine è consigliabile perdere le cattive abitudini come quelle per il cibo fast, ma anche l’eccesso di alcol e il fumo.

In caso di gonfiori sporadici, infine, utile sarà un impacco con acqua fredda, ma anche sollevare le gambe, persino durante la notte, sollevandole leggermente con un cuscino.

SIT a sostegno del mondo delle donne

Sei una donna e hai un’idea da realizzare?

Il Laboratorio Farmaceutico SIT s.r.l., azienda che si propone di aiutare le donne, non solo a mantenere la salute delle loro gambe ma, in un contesto più ampio, anche a realizzare concretamente le loro aspirazioni imprenditoriali, ti dà l’opportunità di farlo.

Infatti, il Laboratorio Farmaceutico SIT s.r.l. ha creato il contest #sostenGO, un’iniziativa nata allo scopo di finanziare un progetto imprenditoriale tutto al femminile, che abbia una particolare rilevanza sociale in molteplici settori, tra cui salute e benessere, arte e cultura o nuove tecnologie. I progetti saranno valutati da una giuria apposita che decreterà il vincitore che riceverà il contributo all’evento finale di premiazione. Per partecipare le interessate potranno inoltrare la propria proposta tramite il sito www.sosteniamolegambe.it.

Autorizzazione ministeriale 03/08/2016

Pubbliredazionale