Centovetrine non chiuderà. La decisione è stata presa in questi giorni da Mediaset e a esserne felici, oltre ai tantissimi fan di questa soap opera tutta made in Italy che fa più ascolti di Beautiful, ci saranno anche i 300 lavoratori della produzione della società Mediavivere, che così avranno salvo il posto di lavoro.

Centovetrine va in onda ormai da dieci anni e, sebbene faccia degli ascolti altissimi, è ritenuta una produzione un po’ troppo costosa per Mediaset, cui si erano rivolti i lavoratori direttamente attraverso il presidente Piersilvio Berlusconi, che aveva spiegato:

Galleria di immagini: Centovetrine

«Il prodotto Centovetrine è un superlusso per una televisione commerciale, presenta costi altissimi per soli 20 minuti al giorno, insostenibili. Ma mi sto impegnando in prima persona per riuscire a proseguire.»

Così il comunicato di Mediaset ha spiegato perché si sia giunti alla revoca della cancellazione di Centovetrine: certo, in tempi di crisi economica appare un azzardo, ma non si è voluto dare ascolto solo alle leggi della recessione e investire su un prodotto di qualità molto apprezzato dal pubblico.

Così stasera in prima serata si festeggerà su Canale 5 con un episodio speciale, che si aggiunge al tradizionale appuntamento pomeridiano con la soap. Oltre alla salvezza dei posti di lavoro si festeggia anche il raggiungimento delle 2.500 puntate mandate in onda e la soap potrebbe essere vista da un pubblico nuovo, ossia quello del primetime.

Fonte: Corriere della Sera.