Con {#C’era una Volta in America}, torna nei cinema italiani dopo ben ventotto anni uno dei più grandi film di Sergio Leone; una pellicola che ha affascinato e continua ad affascinare intere platee grazie al suo fascino incommensurabile e all’atmosfera ricreata dall’indimenticato regista, tanto da renderlo uno dei film più belli di tutti i tempi. Basata sul romanzo di Harry Grey The Hoods, edito in Italia con il titolo Mano Armata, la pellicola porta con sé una piccola ma allo stesso tempo grande sorpresa: ben 26 minuti di scene inedite, nell’edizione fortemente voluta dal regista romano e mai vista sul grand schermo a causa dei tagli all’epoca voluti dal produttore, Arnon Milchan.

Galleria di immagini: C'era una Volta in America

Il cast di C’era una Volta in America ha fatto la storia del cinema: con un {#Robert De Niro} in stato di grazia e un James Woods da brividi, passando per William Forsythe, James Hayden, Danny Aiello e Joe Pesci, Leone ha messo davanti alla macchina da presa una rosa di attori indimenticabile. C’è spazio anche per una giovanissima Jennifer Connelly, a fare da controparte giovane all’affascinante Elizabeth McGovern, nei panni dell’affascinante fiamma di De Niro, Deborah.

In un America degli anni Venti, Max (Woods) e Noodles (De Niro) e i loro amici calcano i primi passi nel mondo della malavita. Innamorato della bella Deborah (McGovern), Noodles finisce subito in galera per salvare uno dei piccoli della sua banda; è solo durante il proibizionismo che ritorna a vedere il sole, riunendosi alla banda e facendo affari d’oro sebbene i rapporti piano piano diventino sempre più conflittuali. Ormai anziano e dopo la morte in uno scontro a fuoco di Max, Noodles riceve una misteriosa lettera, costringendolo a fare i conti con il suo passato.

Una sorpresa che sa di evento straordinario quella che si è presentata agli occhi dei presenti alla 65ª edizione del {#Festival di Cannes} e che sarà disponibile dal 18 al 21 ottobre per gli spettatori del circuito The Space, oltre ad altre 36 sale sul territorio italiano: una versione che supera non solo i 218 minuti di versione tagliata, ma anche i 244′ del montaggio più noto, con sei nuove scene eliminate e recuperate dalla famiglia Leone che aggiungono a quanto già visto alcuni anelli mancanti che contribuiscono a dare una panoramica più completa agli eventi narrati nei quasi cinquant’anni di storia raccontati da C’era una Volta in America.

Tanto, tantissimo è già stato detto su questa meravigliosa pellicola: dal cast superlativo, capace di mettere insieme alcuni mostri sacri del cinema insieme a giovani talenti diventati poi figure di spicco dei tempi attuali, alle musiche che si fondono tra alcuni dei motivi più conosciuti di Ennio Morricone fino a una struggente versione di Yesterday dei Beatles, tutto è poesia. Flashback che si susseguono a ritmi frenetici, passando senza soluzione di continuità da un ventennio all’altro: dai Roaring Twenties agli anni Sessanta, passando per la fine del proibizionismo che segna l’inizio della fine della banda malavitosa più famosa del grande schermo.

Da ammirare per lo stile impeccabile e apprezzare per la complessità di elementi rappresentati nelle oltre quattro ore di pellicola, C’era una Volta in America è uno dei film chiave, da vedere almeno una volta nella vita. Una pellicola che racchiude in sé la passione dei suoi protagonisti almeno quanto la passione di Leone per il mondo della celluloide, capace di lasciare incollati allo schermo in silenzio, oggi come ieri, prendendosi di diritto il titolo di rappresentazione senza tempo.