Il calendario della moda si conclude anche nel 2016 con la sfilata della collezione Chanel Métiers d’Art 2017, che sceglie quest’anno di tornare a casa, al mitico hotel Ritz di Parigi, e di affidare alcuni dei capi più belli alle nuove testimonial della Maison, Cara Delevingne, Georgia May Jagger e Lily-Rose Depp accompagnate da Pharrell Williams. La collezione Chanel Métiers d’art da 13 anni omaggia i laboratori artigianali che fanno parte di Paraffection, l’azienda sussidiaria aperta dalla Maison nel 1997 per promuovere e preservare il lavoro degli artigiani francesi a cui si affida per le sue creazioni (come Lemarié per piume e fiori, Massaro per le scarpe, Desrues per bottoni e gioielli). E per la prima volta Karl Lagerfeld ha permesso l’entrata dei fotografi dietro le quinte, per immortalare come gli artigiani di Massaro che lavorano le preziose scarpe viste in passerella.

Quest’anno, dopo alcune strepitose ambientazioni in giro per il mondo, ultima quella allo studio 5 di Cinecittà a Roma, è stata presentata tra i tavoli degli ospiti – come accadeva nelle sfilate degli atelier nei primi anni del Novecento – allestiti al 15 di Place Vendôme, in quel Ritz appena ristrutturato dove Madamoiselle Coco abitò dal 1931 al 1971, quando morì. Qui Lagerfeld ha trascinato modelle e invitati negli anni della Cafè Society, così ben raccontati da Woody Allen nel suo recente film per cui proprio Chanel ha realizzato molti dei costumi di scena.

Politica la scelta di Kaiser Karl, che ha deciso di tornare a Parigi per dare il suo sostegno alla città vessata da un considerevole crollo del turismo in seguito agli attacchi terroristici. “Parigi ha una tale cattiva reputazione, ma visto che toccare Parigi è come toccare il cuore del mondo ho pensato sarebbe stato importante sfilare qui”, ha dichiarato lo stilista.

In passerella ha fatto scalpore il cantante Pharrell Williams con indosso una giacca in tweed e diversi fili di perle, ma quello che rimarrà negli annali saranno le splendide giacche bouclé e di tweed, tanto cari alla Maison, gli stivali alti fino al ginocchio, gli abiti in tulle a spina di pesce, tantissime paillettes e le splendide borse con la scritta “Please Do Not Disturb“, tipica degli hotel. Lily-Rose Depp ha aperto lo spettacolo in un top d’oro e paillettes perfettamente abbinato a gonna e copricapo floreale. Cara Delevingne, abbigliata come una novella Frida Khalo, ha indossato un abito in tweed avorio, finemente impreziosito con dettagli floreali.

Galleria di immagini: Chanel Métiers d’art 2017, foto

Nel front row, gli ospiti (tra cui Jada Pinkett-Smith, Willow Smith e Clemence Poesy, Vanessa Paradis e la superstar coreana, G-Dragon, Indes de la Fressange, Ludivine Sagnier, Celine Sallette, Diane Rouxel, Marie-Ange Casta) sono stati coinvolti a fine sfilata in una serata danzante, confermando ancora una volta il desiderio di Lagerfeld di organizzare dei veri e propri eventi.

L’unico entusiasmo poco condiviso dal couturier sembra essere stato quello per la splendida pasticceria di lusso offerta agli invitati insieme a tè e champagne “Belle Epoque”. “Non mangio questo genere di cose“, ha detto infatti Lagerfeld, celebre per aver perso 45 chili in soli 13 mesi. L’hashtag della serata? #ParisCosmopolite a sottolineare ancora una volta come la voglia di essere nel mondo e per il mondo rende forte la Ville Lumière e gli artigiani di Francia.