Per presentare la collezione Cruise 2015/2016 di Chanel, Karl Lagerfeld ha scelto la cosmopolita e modernissima capitale della Corea del Sud, Seoul: a riflettere la volontà di ri-disegnare per la moda un futuro dalla geografia decentrata, sempre meno eurocentrica, anche il parterre di ospiti invitati dallo stilista, tra cui Kristen Stewart, Tilda Swinton, Gaspard Ulliel, Gisele Bündchen, Alma Jodorowsky, Isabelle Huppert, l’attrice giapponese Rinko Kikuchi, il duo coreano G-Dragon and Taeyang, le attrici coreane A Sung Ko, Ryeowon Jung, Shin Hye Park e l’attore Siwon Choi.

Galleria di immagini: Chanel: l'Asia raffinata nella collezione Cruise 2015

Nel cuore del Dongdaemun Design Plaza, lo spazio futurista creato da Zaha Hadid e Samoo, il designer presenta una collezione piena di energia, con  silhouette strutturate e avanguardiste.

Un’esplosione di colori brillanti, rosa fucsia, corallo e arancio intenso, viola, celadon (il verde chiaro delle ceramiche cinesi) e verde menta, turchese e blu royal viene fusa in tweed, tessuti e cotone, ma anche in tessuti più leggeri e diafani, come shantung – un tipo di seta grezza a tinta unita cara a Mademoiselle Chanel – lino, organza, tulle e pizzo. Patchwork, geometrie e strisce multicolore si combinano con delicati ricami intarsiati in stile floreale e decorazioni minimali.

 

Traendo ispirazione dal tradizionale costume della penisola coreana, l’hanbok, Karl Lagerfeld immagina giacche con ampie maniche e spalle arrotondate, i cui colli piatti, piegati o dentellati, scompaiono come per magia rivelando il collo delle modelle e disegnando un nuovo look. I pantaloni hanno tagli ampi e corti, ma anche stretto in fondo, mentre le gonne sono a matita o dall’elegante taglio dritto, che arriva appena sotto il ginocchio. Per la sera, gli abiti con girovita altissimi sono leggeri e voluminosi: i modelli senza spalline introducono una nuova eleganza notturna e sono sottolineati da un ampio uso di velluto o gros grain. Lagerfeld reinterpreta, dunque, per la collezione Cruise 2015/2016 di Chanel la raffinatezza asiatica con uno spirito decisamente contemporaneo.