Il 30° Festival Internazionale di Moda e Fotografia di Hyères si è svolto, col successo di sempre, nella piccola città tra Costa Azzurra e Provenza, presso la suggestiva Villa Noailles, in collina: ospite d’onore la Maison Chanel, con Karl Lagerfeld a fare da direttore artistico in questa edizione. Villa Noailles, costruita negli anni Venti dall’architetto Mallet-Stevens come residenza estiva per il visconte Charles de Noailles e sua moglie Marie-Laure Bischoffsheim, mecenati ed esponenti del modernismo francese, di cui la casa è un chiaro esempio, è stata la location perfetta – insieme al suo giardino unico e al parco di piante mediterranee – della manifestazione nata per incoraggiare e sostenere ogni anno i giovani artisti nel campo della moda e della fotografia.

Il festival, diretto dal suo fondatore Jean-Pierre Blanc e presieduto da Didier Grumbach, ha visto Virginie Viard, direttore dello Studio di Creazione Chanel, come Presidente della Giuria di moda, e Eric Pfrunder, direttore dell’Immagine Chanel, come Presidente della Giuria fotografica.

Galleria di immagini: Chanel ospite d'onore al Festival Moda e Fotografia di Hyères

Tra i dieci giovani stilisti finalisti, la designer di Amburgo Annelie Schubert si è aggiudicata il Grand Prix du Jury Première Vision, 15mila euro e una collaborazione con Petit Bateau, grazie a silhouettes scultoree e outfit sensuali; il premio per la fotografia è andato all’olandese Sjoerd Knibbeler, mentre il Premio Chloé e i 15mila euro offerti alla stilista tedesca Anna Bornhold.

Aperte al pubblico fino al 24 maggio 2015 le mostre proposte dal festival di Hyères, tra cui 3 Mondi, che espone vent’anni di scatti di Karl Lagerfeld, l’esposizione fotografica di cui è stata incaricata Cécile Bortoletti sulle creazioni dei premiati del festival, la mostra del vincitore 2014 per la fotografia Lorenzo Vitturi, e l’incursione del designer di accessori Erik Halley.