Charlie Chaplin aveva in cantiere un film su un ballerino. A oltre trent’anni dalla sua scomparsa, è stata ritrovata una sceneggiatura inedita scritta dal grande comico e cineasta britannico; il sensazionale ritrovamento è stato compiuto dalla Cineteca di Bologna.

Charlie Chaplin aveva in programma un nuovo progetto incentrato sul ballerino e coreografo ucraino Vaclav Nijinsky, che poi soltanto in parte è finito in uno dei capolavori del regista, Luci della ribalta. Insieme al documento inedito, dagli archivi della Cineteca di Bologna sono emerse anche quattro fotografie con Chaplin insieme a Buster Keaton.

Galleria di immagini: Charlie Chaplin

Charlie Chaplin incontrò il ballerino Vaclav Nijinsky a Los Angeles ai tempi delle riprese de La strada della paura (Easy Street), uscito nel 1917, ma l’attore e regista realizzò il soggetto per un film a lui dedicato soltanto una ventina di anni dopo. Un progetto intitolato, con richiamo diretto al cognome del danzatore, Naginsky.

Tra le annotazioni riguardanti quello che sarebbe dovuto essere il personaggio principale della pellicola, che poi non è mai stata realizzata, Chaplin scriveva:

«Naginsky, il grande genio del balletto russo, era una persona semplice, e timida, che si esprimeva con difficoltà, ed era di umili origini. Era figlio di un povero calzolaio che non poté dargli l’istruzione che avrebbe desiderato.»

Quindi, Charlie Chaplin riportava le intenzioni del film:

«Mostrare il genio di un ballerino attraverso la danza. Mostrare il suo senso di giustizia, la sua lealtà nei confronti di un anziano membro della troupe che ha iniziato a bere perché è troppo vecchio per ballare.»

La presentazione di questa inedita ricerca chiamata “Progetto Chaplin” avverrà oggi 29 giugno alle ore 18:00 al Cinema Lumiere di Bologna.

Fonte: AGI.it