La notizia è riportata dal popolare sito di gossip americano TMZ, dove si legge che, finalmente, un giudice californiano di Santa Monica ha definito come validi i documenti medici presentati nel marzo scorso dalla figlia delle celebri popstar Sonny Bono e Cher.

Dunque, non ci sono più dubbi: Chastity Sun Bono, meglio conosciuta come Chaz Bono, non ha più nulla a che vedere con il mondo femminile, neanche sulla carta.

Il 23 settembre scorso, infatti, la donna quarantunenne si era sottoposta a una delicata operazione chirurgica per modificare in modo irreversibile il suo genere sessuale da femminile a maschile.

Leggendo la sua biografia, è facile intendere che il suo rapporto con l’omosessualità non è stato facile fin dall’inizio ma anche che, proprio per questo, la sua forte personalità ha sempre sostenuto e difeso i diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

La sua dimensione di personaggio pubblico ha, di certo, enfatizzato la condizione di diversità, soprattutto dopo lo spiacevole episodio del 1990, quando la rivista “Stars” rivelò, pubblicamente e senza alcun consenso, che Chastity Bono era omosessuale.

Sono trascorsi 20 anni e oggi è tutta un’altra storia. Il primo giorno da uomo, dal punto di vista legale s’intende, sarà per lui l’inizio di una nuova vita, che gli consentirà di dedicarsi con più serenità a “man stuff“, ovvero roba da uomini.

Tenere aperte le porte alle signore, schiacciare un pisolino o andare nei bagni dei maschi saranno solo alcuni dei “privilegi” di cui potrà, finalmente, godere.