Michele Misseri sarà uno tra i tanti personaggi nel repertorio dell’attore comico Checco Zalone. L’inedita gag che lo vede protagonista sarà trasmessa nel “Resto Umile World Tour”, in onda in prima serata il 2 e il 9 dicembre su Canale 5.

Mentre Mediaset elabora un piano per guadagnare ascolti, cercando di imitare il successo di Fiorello sfoderando uno dei migliori comici di Zelig, Checco Zalone ha dovuto fare i conti con la caduta del governo Berlusconi e la ricerca di nuovi personaggi per svecchiare il suo repertorio:

Galleria di immagini: Checco Zalone

«Chiunque faccia questo lavoro patisce la fine del governo perché l’efficacia comica delle gag sull’ex premier va ormai scemando»

Ecco allora l’idea di sfruttare uno dei protagonisti del delitto di Avetrana per cercare di far ridere il pubblico. Sarà molto difficile, visto che dietro Michele Misseri si nasconde un giallo che ancora non è stato risolto. Ma Zalone non demorde e spiega che la gag sarà più una critica alla televisione e ai telegiornali, sempre meno attenti ai fatti importanti:

«Verrà fatta in chiave intelligente, con una satira sociale e della TV che elimina ogni riferimento al fatto delittuoso e che si appella invece a Gaber e alla spettacolarizzazione della tragedia. Mi ritengo meno sfigato di chi strumentalizza questi eventi».

Anche Roberto Saviano, Renzo Bossi e Nichi Vendola sono finiti nelle gag comiche di Zalone, il quale non perderà occasione per prendere in giro la famiglia Berlusconi e il giornalista Michele Santoro. Per l’ironia sul nuovo governo tecnico ci sarà ancora da aspettare.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno