Ieri sera, il palcoscenico del teatro Ariston, che di cantanti ne ha visti e come, è stato calpestato da un cantante comico-neomelodico che a Sanremo non si è mai visto (fino ad ora). Si tratta di Checco Zalone, che ieri sera per la prima volta ha avuto uno show tutto suo in prima serata su Canale 5.

In realtà lo show non era in diretta, tutt’altro: è stato registrato in due riprese differenti tra il 24 e il 25 settembre (poi unite in un’unica grande prima serata) e da principio doveva essere trasmesso l’8 ottobre (spostato poi a ieri).

Ad accompagnarlo c’era la fantastica comica siciliana Teresa Mannino, conduttrice di Zelig Off.

Il compito di Luca Medici (in arte Checco Zalone) non è mai scontato: far ridere la gente è una cosa davvero difficile, soprattutto con il pubblico dei giorni nostri che è molto sofisticato, ma bisogna ammettere che Checco Zalone ha una comicità naturale.

La serata è stata piena di imitazioni: da Eros Ramazzotti a Vasco Rossi passando per Jovanotti e per i Negramaro. All’appello era presente anche Giovanni Allevi, o meglio, una sua splendida imitazione e c’è stata una bella esibizione con gli ZeroAssoluto e con Arisa, ospiti della serata.

E che dire della proposta di Zalone? Una campagna per la nuova versione dell’Inno Nazionale, magari riscrivendo il Nabucco di Giuseppe Verdi.

Ma non poteva proprio mancare un po’ di sana satira politica e quindi ci è uscita una canzone dedicata ai vari ministri in pieno stile cabarettistico.