Alle nostre nonne e mamme dicevano che i nei erano un vezzo, piccoli punti che conferivano una maggiore bellezza alle donne. Ai nostri giorni si sente tanto parlare di cura e controllo dei nei per la prevenzione del melanoma.

Fare abitualmente la dermatoscopia, o mappatura dei nei, permette di individuare tempestivamente la presenza di melanomi sulla nostra pelle. I nei, quelli non sospetti, continuano ad assolvere la loro funzione di rendere più belle e più affascinanti le donne, possiamo citare il neo di Marilyn Monroe o di Cindy Crawford, diventati famosi in tutto il mondo.

I nei possono abbellire un volto ma, secondo una recente ricerca condotta dalla Royal Society of Medicine, essi sono anche indice di buona salute e sembrerebbe rendano più lento l’invecchiamento dei soggetti. Questo perché il DNA delle persone con tanti nei ha i telomeri (la parte terminale del cromosoma) molto più lunghi. Questa lunghezza può essere equiparata all’invecchiamento, tanto più sono lunghi i telomeri, più si invecchia lentamente.

In seguito a questa ricerca possiamo iniziare a guardare ai nostri nei sani come a degli alleati per il nostro benessere e per la longevità della nostra vita. Tutte quelle donne che hanno sempre guardato a quel cielo di puntini neri sul proprio corpo come a un difetto della propria pelle, da oggi possono ringraziare la loro naturale formula di giovinezza.