Solo ieri sembrava possibile che Amy Winehouse fosse rinata a nuova vita, con un ragazzo a modo, Reg Traviss, uno con la testa a posto, altro che l’ex marito eroinomane Blake Fielder Civil, che le facesse dimenticare gli ultimi anni di alcol festini e compagnia bella. E invece no.

La giovane-nonostante-tutto cantante, a guardarla non si direbbe ma ha proprio 26 anni, si è scatenata ieri notte al pub Jazz After Dark. Abbronzata, avvolta in un abitino a quadri che le strizzava il seno nuovo, brilla, si è messa d’impegno a baciare tutti: fan, perfetti sconosciuti, maschi, femmine.

Alle 4 circa ha cambiato pub per andare a mangiare qualcosa e, mezza addormentata, è stata fotografata in atteggiamento intimo con un altro uomo in un ristorante di Soho. Esuberante con estranei e persino con i fotografi, ai quali si offriva in pose da star consumata.

Che il povero Mitch Winehouse, il padre, tutto contento per la nuova storia della figlia, si metta il cuore in pace: non basterebbero 100 Reg Traviss per far passare ad Amy la voglia di andare in giro per pub a ubriacarsi fino all’alba.