Christian Louboutin ha fatto della suola rossa il marchio di fabbrica delle sue scarpe con tacco, così quando Zara ha riproposto lo stesso rosso per le sue pump low cost, il colosso della moda francese ha intentato causa. E ha perso. Ora dovrà pagare un risarcimento e vedere le suole rosse anche altrove.

Galleria di immagini: Christian Louboutin: capsule collection 20th anniversary

Christian Louboutin è stato condannato a pagare, per ora, 3600 dollari a Zara. Tutto è iniziato nel 2008, quando l’azienda spagnola low cost aveva messo in vendita delle scarpe con suola rossa con prezzi popolari intorno ai 50 euro, contro gli almeno 500 di una originale. La Maison francese ha fatto causa e al primo grado ha vinto.

Nel 2011 Zara è tornata all’attacco con un appello, basandosi sull’idea che il marchio di fabbrica di Louboutin era troppo vago e che comunque nessuno avrebbe potuto confondere le due scarpe. E ora la Corte di Cassazione francese ha dato ragione agli spagnoli, e ha condannato Louboutin a pagare il risarcimento.

Il manager francese Alexis Mourot però non si è perso d’animo, e ha dichiarato di aver registrato un nuovo brevetto per la mitica suola rossa, e di voler continuare a combattere ogni tipo di contraffazione. La Louboutin non è nuova alle cause sempre legate alla suola. Se l’era già presa con la casa di moda Yves Saint Laurent, ma il giudice aveva sentenziato che nessuno può bandire un determinato colore dal range di possibilità di altre firme. Ovviamente la vicenda non finisce qui.

Fonte: Grazia