Si è conclusa da Christie’s l’asta per i gioielli di Liz Taylor, la grande attrice scomparsa lo scorso 23 marzo. Durato quattro giorni, l’evento tenutosi a New York e gestito da quellla che è ritenuta una delle più importanti case d’asta a livello mondiale ha fruttato ben 115 milioni di dollari, in parte devoluti alla associazione fondata proprio dalla stessa proprietaria dei preziosi, la Elizabeth Taylor AIDS Foundation.

{#Liz Taylor}, una vita vissuta alla luce dei grandi successi cinematografici che le hanno regalato ben due premi Oscar nel 1961 per “Venere in visone” e nel 1967 per “Chi ha paura di Virginia Woolf?”, ha avuto una vita fortemente movimentata che l’ha portata a sposarsi ben 8 volte con 7 mariti diversi. Grandissima amante di {#gioielli}, tra i pezzi forti della sua collezione come dimenticare l’anello, un vero sogno per ogni donna, creato con diamanti e smeraldi e valutato circa 3 milioni di dollari, regalato alla diva dagli occhi viola dal quinto marito Richard Burton con cui si risposò solo un anno dopo aver chiesto il divorzio.

Un altro gioiello, conteso da moltissimi collezionisti presenti all’asta, è stata la collana con perla La Peregrina, regalata sempre dallo stesso marito in occasione di San Valentino del 1969. Il girocollo, oltre a essere un pezzo unico per la sua bellezza, vanta una storia non indifferente: risalente al XVI secolo, fu indossato per la prima volta da Maria Tudor ricevuta in regalo da Filippo II. La pietra preziosa divenne così parte dei gioielli della Corona di Spagna e fu venduta all’asta dalla famiglia reale spagnola, terminando il suo percorso intorno al collo della bella Liz Taylor, dopo che il marito l’acquistò per soli 37 mila dollari, contro i 12 milioni di dollari per la quale è stata venduta all’asta di Christie’s.