La trentenne star del cinema Christina Ricci parla apertamente della sua battaglia contro l’anoressia, di cui ha sofferto molto precocemente e fino all’età di 16 anni.

La star che tutti ricordano prima di tutto come Mercoledì della “Famiglia Addams“, l’ormai trentenne Christina Ricci, ha sofferto in modo grave di anoressia quando era ancora praticamente un bambina. Finché all’età di 16 anni non stava per essere ricoverata in ospedale.

Christina, che ha recitato nella “Famiglia Addams” ad appena 11 anni e nel seguito a 13, doveva aver cominciato a soffrire del disturbo alimentare già durante le riprese di “Casper”, quando aveva 15 anni. Ma è stato a 17 anni che è emerso all’opinione pubblica.

È la stessa attrice che racconta:

Sono stata un’anoressica grave fino ai 16 anni. Stavano per portarmi in ospedale, ed ero terrorizzata all’idea di persone che mi avrebbero forzato a mangiare attraverso un tubo. Non volevo che succedesse così ho combattuto la malattia. Ci penso ancora, ma non potrebbe mai succedere di nuovo.

La ragazza parla racconta il disagio soprattutto psicologico che ha dovuto affrontare:

Ricordo l’opprimente sensazione di assoluta mancanza di speranza quando ero nel mezzo della malattia. Il mio cervello era diventato il mio più grande tormentatore. Ero spaventata da me stessa.

E racconta l’episodio in cui la sua malattia è stata messa in piazza:

Sono diventata di dominio pubblico nell’articolo di un magazine quando avevo 17 anni, anche se ero in fase di recupero già da un anno. Il giornalista aveva parlato con un produttore, che, da vero stupido, gli ha detto che non mangiavo sul set.

Finora Christina aveva detto di aver passato una fase di anoressia, solo ora emerge la gravità della situazione attraverso cui è passata.