L’intera economia mondiale non è ancora uscita dalla profonda fase di recessione, ma le vendite di opere d’arte all’asta continuano a far registrare incassi da record.

Proprio ieri Sotheby’s ha battuto, durante un’asta a New York, un autoritratto del celebre pittore Andy Warhol alla cifra record di 32,5 milioni di dollari, che l’ha resa l’opera più costosa mai dipinta da questo artista.

Il dipinto del famoso inventore di quella che fu definita la Pop Art era stato valutato “appena” tra i 10 e i 15 milioni di dollari.

Si tratta di un’imponente opera realizzata nel 1986, nella quale il volto dell’artista è dipinto in viola e si staglia su uno sfondo nero.

Oltre a questo quadro ne sono stati venduti altri durante la stessa asta, tra cui i più apprezzati sono stati uno di Mark Rothko chiamata “Senza titolo” e aggiudicata per 31,4 milioni di dollari, ma precedentemente valutata tra i 18 e i 25 milioni, e una bellissima tela di un altro esponente del ‘900, Jackson Pollock, il cui “Number 12A,1948: Yellow, Gray, Black” ha raggiunto la cifra di 8,7 milioni di dollari, dopo una valutazione compresa tra i 4 e i 6 milioni.