In giro per il mondo ci sono molti appassionati di cimeli storici, appartenuti a questo o a quel personaggio, che se ne vanno in giro per i mercatini d’antiquariato per aumentare il numero degli oggetti della propria collezione.

Se parliamo della Seconda Guerra Mondiale, poi, la passione comincia a coinvolgere un pubblico più vasto, soprattutto se parenti stretti hanno partecipato al conflitto bellico portando alle successive generazione il racconto di quei tragici eventi.

In questo contesto si colloca un piccolo crypter, un esemplare molto raro, che può essere acquistato per ben 112.500 dollari e soprannominato Enigma Machine.

Si tratta di un dispositivo di pregevole fattura, composto da tre cilindri, e reperibile in pochissimi esemplari, molti dei quali conservati in un museo, e utilizzati principalmente dall’esercito tedesco.

Questa macchinetta è stata utilizzata per codificare messaggi, i cui destinatari potevano decodificare solo se in possesso di un macchinetta configurata allo stesso modo di quella che aveva generato il codice.

Al messaggio vero e proprio potevano essere aggiunte oltre un miliardo di false permutazioni di simboli, rendendo quindi la decodifica impossibile se non in possesso della giusta chiave di lettura.