Jamie Dornan e Dakota Johnson tornano a vestire i panni di Christian Grey e Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di rosso, terzo film tratto dal best-seller mondiale Fifty Shades di E.L. James. Riprendendo il filo rosso degli eventi narrati nei precedenti due film, Cinquanta sfumature di grigio del 2015 e Cinquanta sfumature di nero del 2017 (insieme hanno incassato in tutto 950 milioni di dollari), il nuovo capitolo arriverà al cinema in Italia l’8 febbraio 2018.

La regia di Cinquanta sfumature di rosso è stata affidata ancora una volta a James Foley (Fear, House of Cards). Michael De Luca, Dana Brunetti e Marcus Viscidi sono nuovamente i produttori insieme alla creatrice della saga. La sceneggiatura è firmata da Niall Leonard.

courtesy: press office

Cinquanta sfumature di rosso: la trama

Christian e Anastasia sono finalmente convolati a nozze. La loro vita sembra procedere a gonfie vele, quando Ana viene minacciata da Jack Hyde, il suo ex capo che ha giurato vendetta dopo essere stato licenziato dalla casa editrice. Nel frattempo Elena torna a perseguitare Christian e inizia a rendere molto complicata la vita della coppia.

courtesy: press office

Cinquanta sfumature di rosso: la parola a Dakota Johnson

È la figlia di due star indiscusse degli anni Ottanta, Melanie Griffith e Don Johnson, testimonial di Gucci, amata come poche altre da Alessandro Michele, e nuova compagna di Chris Martin: Dakota Johnson, a 28 anni, è una delle giovani attrici più in vista a Hollywood. Ha più volte smentito una sua relazione con Jamie Dornan, suo partner nei tre film, ma si è sempre detta legata a lui da una profonda amicizia e stima professionale. In attesa di vedere finalmente l’ultimo atto della trilogia erotica al cinema, ecco cosa ha raccontato Dakota Johnson in un’intervista esclusiva.

courtesy: press office

Cosa accade alla relazione tra Ana e Christian in questo terzo capitolo, dopo che nel precedente i due si sono sposati?

Sia Anastasia che Christian hanno capito che le dinamiche di potere e di controllo tra di loro saranno sempre in costate evoluzione. L’uno è lo specchio dell’altro e credo che il matrimonio e le responsabilità che ne conseguono rendano Anastasia più sicura di sé; non si tratta più solo della sua vita ma anche quella del marito e della vita che insieme condividono“.

Come è cambiato il suo personaggio nel corso della saga?

Ana proviene da un ambiente protetto e, soprattutto all’inizio, da una mentalità ingenua, ma finisce col diventare una donna assolutamente agguerrita e protettiva. Questi sono i tratti che più ammiro in lei ed il fatto che sia sempre coerente e sincera con se stessa; non c’è un momento in cui si comprometta per qualcuno o qualcosa. È un aspetto ammirevole e credo sia un buon esempio per le donne”.

Cosa pensa di Jamie Dornan, suo partner nel film?

Penso che Jamie abbia regalato a Christian Grey un’aura di raffinatezza e anche un po’ di comicità, un aspetto che ritengo importante. Ed è anche davvero sensibile, ha donato calore a un personaggio potenzialmente freddo e distaccato: è stato un valore aggiunto per il progetto”.

courtesy: press office