Ore e ore passate a lavoro, nel chiuso della propria stanza, senza scambiare qualche parola con nessuno. Una situazione che capita spesso, e da qui che nasce la necessità di stringere amicizia con qualcuno anche sul posto di lavoro. Un bisogno importante che aiuta a superare i momenti difficili e noiosi; alle volte è sufficiente anche una battuta scherzosa per risollevare gli animi e rendere tutti più felici e produttivi.

Sul lavoro si potrebbe parlare di una cerchia ristretta di amicizie, cinque in tutto, iniziando dal responsabile informatico. Egli, all’interno di un’azienda, si occupa di tutti gli aspetti che riguardano le attrezzature tecnologiche in modo da fornire, all’occorrenza, il giusto supporto. Può essere utile per intervenire quando ci sono malfunzionamenti al proprio personal computer; per questo può tornare utile scambiare quattro chiacchiere nei ritagli di tempo a disposizione.

Altra figura all’interno dell’azienda con la quale stringere amicizia è il collega con più anni di anzianità alle spalle e, dunque, con più esperienza. Egli può dispensare consigli sulla strada giusta da seguire e conosce alla perfezione i processi interni ed esterni all’azienda.

Ovviamente bisogna fare attenzione perché ogni persona è diversa dall’altra e per questo si può trovare il collega che, dall’alto della sua esperienza, è sempre pronto a dare una mano sin dal primo momento e chi, invece, è più timido e meno prodigo di consigli. Altro collega che potrebbe diventare un ottimo amico è colui il quale lavora in un reparto diverso; avendo dei compiti diversi si annulla completamente la rivalità e può esprimere il proprio parere con più obiettività, senza condizionamenti.

E poi scambiarsi le confidenze riguardo il proprio lavoro potrebbe risollevare il morale a entrambi. Altro legame d’amicizia da poter stringere è con il personale addetto alla gestione del magazzino o della reception, cioè reparti dove il personale è costretto a rimanere lì per ore tra scatoli, carte e forse l’unico contatto che ha con il mondo circostante è quello telefonico. Infine, la quinta amicizia è quella sulla quale poter fare più affidamento, sia in termini di favori che di confidenze.

Si tratta del collega che sia disposto a coprirvi per eventuali imprevisti, come ad esempio il dover uscire dall’ufficio prima dell’orario di chiusura, ma soprattutto è quella persona con la quale trascorrere ore piacevoli fuori dal posto di lavoro. Queste sono le persone più importanti delle quali circondarsi sul lavoro, ma al di là della posizione che occupa il collega ci sono altre qualità umane da dover prendere in considerazione.

Fonte: Monster