La cistite è un’infiammazione che di sovente può colpire la donna e che comporta molti fastidi. Una delle principali cause che la scatena, in particolari condizioni, è l’aver avuto rapporti sessuali nelle precedenti 48/72 ore.  La cistite compare soprattutto in età adulta ma è possibile affermare che tutte le età ne possono essere soggette, sia da quando inizia il periodo fertile sia quando si passa alla fase della menopausa.

Cistite: i sintomi

La cistite ha dei sintomi piuttosto fastidiosi e ben riconoscibili. Si avverte bruciore al basso ventre, si sente lo stimolo continuo ad andare ad urinare (anche se poi si urina ben poco e spesso solo una goccia), si prova un bruciore molto fastidioso nella fase finale della minzione, avviene del sanguinamento e si può avere del malessere generale. La cistite compromette la vita di tutti i giorni perché può creare grandi disagi. È per questo che va affrontata il prima possibile e soprattutto è per tale ragione che va prevenuta.

Cistite: perché può essere causata dai rapporti sessuali

I motivi principali per cui vi può essere una forte correlazione tra questo disturbo e i rapporti sessuali, è dovuto soprattutto ad una serie di fattori tra cui:

  • scarsa lubrificazione della vagina, che fa sì che vi sia un attrito importante tra l’organo sessuale maschile e le pareti vaginali. Questo può provocare un’infiammazione, soprattutto quando per motivi anatomici la vagina è a più stretto contatto con l’uretra;
  • scarsa o non corretta igiene intima dei partner, che facilita il proliferarsi di batteri;
  • contaminazioni batteriche che dalla vagina giungono all’uretra.

Cistite: come cercare di prevenirla

La cistite non può essere scongiurata del tutto. Se gli episodi sono frequenti e importanti, il consiglio principale è quello di rivolgersi ad un ginecologo oppure ad un urologo. Per cercare di tenerla a bada si possono però seguire alcuni consigli. Ad esempio potrebbe essere utile urinare subito prima e subito dopo il rapporto sessuale; osservare sempre perfettamente tutte le buone norme igieniche, bere molta acqua (aspetto fondamentale quando si è costrette a prevenire e a curare la cistite). Per eventuali terapie farmacologiche è invece necessario consultare il medico, che saprà indicare cosa è meglio fare.