Per alcuni è un vizio da evitare mentre per certe mamme, e forse per la maggior parte di loro, rappresenta una vera e propria salvezza: parliamo del ciuccio, oggetto simbolo della vita da 0 a 3 anni.

I pediatri in genere mettono in guardia da un uso smodato del ciuccio, sottolineando come alla lunga possa creare nei piccoli problemi legati alla dentizione e al corretto sviluppo del palato.

Tuttavia, spesso, diventa un rito irrinunciabile per far dormire o rilassare il piccolo, ma anche per prolungare il tempo tra una poppata e l’altra.

Tra favorevoli e contrari, qualunque sia la vostra posizione, ci sono delle cose da sapere assolutamente sull’uso del ciuccio. Ecco le più importanti.

  • Da che età? In genere si raccomanda di dare il ciuccio non prima del compimento del primo mese, quando cioè l’allattamento è bene avviato.
  • Quale scegliere? In genere si consigliano i ciucci in silicone per i bimbi di pochi mesi perché possono essere sterilizzati facilmente, mentre dopo i 6 mesi vanno bene anche quelli in caucciù.
  • Il ciuccio fa male? In realtà, anche se alcuni genitori sono contrari, non ci sono studi che evidenzino pericoli legati all’uso del ciuccio nel primo anno di vita. Anzi, sembrerebbe che fino si 12 mesi il ciuccio possa essere utile anche per prevenire la SIDS, ovvero il fenomeno della morte in culla, perché permette al piccolo di svegliarsi più facilmente se va in apnea.
  • E se prende il vizio? Anche sul fatto che il ciuccio possa rappresentare un vizio per il bambino non ci sono prove concrete. L’importante è evitare di utilizzarlo come unica strategia per calmare il bambino. Va bene per favorire il sonno e il relax ma non per “silenziare” qualsiasi esigenza del piccolo.
  • Fino a che età? Sostanzialmente i pediatri consigliano di far abbandonare il ciuccio intorno ai 12 mesi, cosa che però si rivela spesso piuttosto difficile. Meglio allora cercare di favorire un distacco graduale, magari concedendo il ciuccio solo nel momento della nanna prima di toglierlo definitivamente.
  • Come si lava? Fino ai 6 mesi di età è bene sterilizzare il ciuccio con l’apposito sterilizzatore o lasciandolo a bagno per 5 minuti in una pentola con l’acqua bollente. Dopo i 6 mesi, invece può essere sufficiente lavarlo con l’acqua, fermo restando che per ragioni di igiene ma anche di sicurezza, si raccomanda di sostituire il ciuccio almeno ogni 2 mesi.