Claudia Mori e la sua casa di produzione “Ciao Ragazzi” sono pronti per rimettersi in sella dopo il grande successo di “C’era una volta la città dei matti”, la fiction dedicata alla legge Basaglia che chiuse per sempre i manicomi, capace di battere “Amici” di Maria de Filippi nella battaglia degli ascolti.

Claudia Mori racconta di questo suo nuovo progetto su TV, Sorrisi e Canzoni, nonostante non abbia ancora ottenuto il completo benestare della Rai a causa della durezza del tema trattato: la fiction, dal titolo “Un corpo in vendita“, è una denuncia alla violenza sulle donne che sempre più spesso riempie le pagine della cronaca in Italia.

Rai Uno non è tanto convinta di volerla trasmettere, ma sarebbe gravissimo, sarebbe una vera violenza alle donne. Non è un progetto femminista, ma di grande attualità.

Come descrive lei stessa durante l’intervista, “Un corpo in vendita” è una miniserie in sei puntate ognuna dedicata ad un preciso evento, sempre circoscrivibile all’universo femminile. Liliana Cavani affronta un caso di stalking in “Troppo amore” e di costrizione alla prostituzione in “Storia di Beauty”.

Marco Pontecorvo girerà, invece, una storia di violenza in rete dal nome “Il segreto del Web” e una più comune di violenza fra le mura domestiche ancora senza titolo. Infine, Margarethe Von Trotta torna sul tema della prostituzione, ambientato però nell’Est Europa, con “Helena e Glory”, mentre “La fuga di Teresa” sarà la storia di una famiglia che vive la violenza quotidianamente.