Momenti di paura per Claudia Pandolfi. Ieri pomeriggio intorno alle 17.30, l’attrice è stata investita e trascinata dall’auto di un paparazzo, Mauro Terranova.

L’incidente sarebbe avvenuto dopo una discussione avvenuta tra i due.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, ieri pomeriggio, riconoscendolo mentre scattava qualche foto fuori da un negozio, l’attrice si sarebbe avvicinata chiedendogli ironicamente:

Intendi seguirmi tutto il pomeriggio?

Scatta la lite e la Pandolfi minaccia di chiamare la polizia. Come riporta il Messaggero, l’uomo, le avrebbe spruzzato in viso uno spray urticante e l’attrice, rimasta con un braccio incastrato nel finestrino, sarebbe stata trascinata per circa 100 metri.

Chiamata un’ambulanza, la Pandolfi è stata trasportata al Policlinico Umberto I, in codice giallo.

Subito i carabinieri della compagnia Parioli e della stazione di viale Libia hanno dato il via alla ricerca del paparazzo, ma è stato lo stesso fotografo che ha chiamato il 113 per autodenunciarsi.

L’attrice secondo fonti mediche, ha riportato un trauma toracico importante e la frattura di due costole. Ieri è stata subito operata per drenare alcuni versamenti a torace dovuti alla caduta.

Mauro Terranova è ora accusato di lesioni aggravate, omissione di soccorso e porto abusivo d’armi.

L’uomo è stato arrestato in nottata dalla polizia e nella sua attrezzatura fotografica è stata ritrovata una pistola elettrica. L’accusato si trova ora nel carcere di Regina Coeli.

Terranova nel 2007, insieme a un altro fotoreporter, Alessandro Foggia, è stato aggredito da Gigi D’Alessio nei pressi dell’abitazione del cantante. Mentre Mauro Terranova ha trovato un accomodamento con il cantante, Alessandro Foggia è andato avanti con la denuncia ottenendo per D’Alessio la condanna a 9 mesi di reclusione per lesioni. Il cantante ha presentato appello e il processo si svolgerà nel febbraio dell’anno prossimo.