Durante la colazione di Pasqua è usanza servire pietanze della tradizione culinaria del nostro paese. Insieme alle consuete uova di cioccolato vengono proposti piatti sia salati sia dolci, come torte ripiene con verdure di stagione, salami e formaggi come il Casatiello Napoletano o la torta Pasqualina vicino a dolci lievitati come la classica Colomba, la Pinza o la Pizza Umbra.

Di seguito 5 ricette adatte a tutti, che richiedono lunghi tempi di lievitazione e pertanto sono ideali da preparare anche con largo anticipo nei giorni precedenti la Pasqua. La maggior parte può essere servita fredda o leggermente tiepida a seconda dei gusti.

Casatiello

shutterstock_188045465Setacciate 600 g di farina su una spianatoia, sbriciolate nel centro 1 cubetto di lievito di birra fresco, 100 g di strutto, 1 cucchiaio di zucchero e 1 cucchiaino di sale. Aggiungete 400 ml di acqua tiepida poca per volta e impastate fino ad ottenere una pasta elastica. Fate lievitare per due ore e comunque fino al raddoppio del volume. Riprendete la pasta e stendetela in un rettangolo lungo tenendo da parte una striscia che vi servirà per ingabbiare le uova. Cospargete la superficie con 100 g di pancetta e 100 g di scamorza tagliata a dadini, 100 g di salame Napoli tritato grossolanamente e 50 g di pecorino grattugiato. Arrotolate la sfoglia dal lato più lungo e formate un rotolo. Ungete uno stampo da ciambella, adagiate il rotolo ripieno e fate lievitare nuovamente per un’ora. A questo punto adagiate sulla superficie premendo leggermente 5 uova ben lavate e asciugate. Stendete sopra la pasta avanzata e ridotta a strisce e infornate il casatiello a 200°C per 45 minuti. Servitelo tiepido o freddo.

Treccia di Pasqua

shutterstock_97220453Sciogliete 15 g di lievito di birra in 200 ml di latte tiepido e mescolate insieme a 200 g di farina e 10 g di zucchero. Amalgamate bene e fate lievitare il lievitino per 20 minuti. In una ciotola unite 500 g di farina, unite 2 cucchiaini di spezie miste e 80 g di burro freddo tagliato a pezzetti e lavorate con le dita. Unite il lievitino, 1 uovo, 200 ml di latte e impastate fino ad ottenere un composto elastico e liscio, senza grumi. Fate lievitare coperto al caldo per un’ora e mezza o fino a quando il composto sarà raddoppiato di volume. Passato il tempo ricoprite la superficie dell’impasto con 100 g di uva passa e 100 g di canditi e inseriteli bene premendo con le dita. Dividete in tre parti da cui ricaverete 3 filoni che andrete a intrecciare tra loro senza stringere eccessivamente. Fate riposare ancora per un’ora e spennellate con 1 uovo sbattuto la superficie e infornate a 200 g per 20 minuti, abbassate a 180°C e continuate la cottura per altri 20 minuti. Fate raffreddare del tutto la treccia prima di servire.

Pizza di Pasqua

shutterstock_166446434Unite 10 g di lievito di birra in 150 ml di latte tiepido e fatelo sciogliere. Sgusciate 2 uova in una ciotola capiente e sbattetele con 120 g di zucchero semolato, 1 cucchiaio di grappa e 3 cucchiai d’olio. Unite 500 g di farina  e il latte con il lievito. Mescolate bene tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno e impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Mettete a lievitare in forno con la luce accesa per almeno 6 ore e fino a quando non sarà raddoppiato il volume. Passato il tempo smontate dalla prima lievitazione e unite all’impasto 100 g di uvetta passa e la scorza grattugiata di 1 arancia. Impastate nuovamente, formate una palla e ponetela in una teglia dai bordi alti ben unta. Fate lievitare nuovamente per sei ore e infornate a 180°C per 40 minuti. Lasciate completamente raffreddare il dolce prima di servire.

Torta Pasqualina

shutterstock_123380389Lessate in poca acqua salata 400 g di bieta o di spinaci e strizzateli molto bene e tritateli finemente. Riuniteli in una ciotola capiente e unite 150 g di ricotta, 1 uovo, 100 g di parmigiano, sale e 1 di pepe. Lavorate con un cucchiaio fino ad ottenere una farcitura omogenea. Foderate uno stampo rotondo di 22-24 cm di diametro con un disco di pasta sfoglia pronta da 250 g, bucherellate il fondo e coprite con dei fagioli o delle sfere apposite e cuocete in bianco la sfoglia per 10 minuti in forno a 200°C. Sformate, togliete i pesi e riempite la base con il composto. Sul ripieno fate quattro buchi con l’aiuto di un cucchiaio e sgusciate con attenzione 1 uovo per buco. Ricoprite la torta con altra pasta sfoglia e sigillate bene i bordi. Bucate la superficie, spennellatela con poco latte e infornate a 200°C per circa 30 minuti. Servite solo una volta fredda.

Pinza

shutterstock_257974991Preparate il lievitino stemperando in una ciotola 15 g di lievito di birra con 250 ml di latte appena tiepido e 1 cucchiaio di farina. Impastate e lasciate lievitare al caldo fino al raddoppio. In una ciotola capiente unite 250 g di farina manitoba e 250 g di farina 0, 3 uova, 1 albume, 150 g di zucchero, 1 pizzico di sale, 120 g di burro molto morbido e 1 bicchierino di rum o di grappa. Impastate e unite anche il lievitino preparato in precedenza. Lavorate energicamente con le mani fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. Fate lievitare al caldo per un’ora o comunque fino al raddoppio. Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti che disporrete attaccate su una placca rivestita con carta da forno. Fate lievitare ancora un’ora, spennellate tutta la superficie con 1 tuorlo d’uovo e incidete il centro con taglio a forma di X. Infornate a 160°C per 45 minuti. Sfornate e fate raffreddare prima di servire.