È possibile combattere il colesterolo cattivo con una dieta corretta? Assolutamente sì. Una sana alimentazione e un po’ di costante attività fisica rappresentano infatti le due armi vincenti per abbassare il colesterolo alto, dunque di seguito qualche consiglio per arrivare a questo obiettivo senza particolari sforzi.

Le armi più efficaci per battere l’ipercolesterolomia sono la dieta mediterranea e pochi grassi. Nelle forme lievi di colesterolo cattivo (LDL), la correzione dello stile alimentare può infatti rappresentare la sola terapia da seguire ed è per questo motivo che è particolarmente importante prediligere certi alimenti, in grado di incidere positivamente sui livelli di colesterolo nel sangue.

Tra gli alimenti da mettere in tavola vi sono sicuramente verdure, cereali e legumi. Il colesterolo è infatti presente solo negli alimenti di origine animale, quindi è buona norma puntare sui vegetali. Meglio mangiare legumi dalle 2 alle 4 volte alla settimana, 2-3 porzioni di verdure e 2 di frutta al giorno. Le fibre infatti contenute nei vegetali riducono l’assorbimento intestinale del colesterolo, ma anche quelle incluse negli alimenti integrali, come pane, pasta e riso. Consigliati anche avena, orzo e farro.

Il pesce può esser consumato senza alcun problema anche da chi soffre di colesterolo alto, anzi la dieta più appropriata in questo caso ne consiglia 2-3 porzioni almeno a settimana, meglio se cotto alla griglia, al cartoccio o al vapore, insomma senza grassi. La carne può fare parte della dieta, ma in modo limitato, inoltre deve provenire da un taglio magro e privata di tutto il grasso visibile. Il pollame deve essere senza pelle.

Latte, latticini e formaggi possono esser presenti nella dieta ma a patto che siano magri.

Via i grassi per vincere il colesterolo

Il colesterolo cattivo si combatte in generale con una dieta equilibrata e senza grassi: limitate dunque tutti quelli presenti negli alimenti che influenzano negativamente i livelli dello stesso. Sono i seguenti: burro, lardo, strutto, latte intero, yogurt intero e formaggi grassi, ma anche uova e insaccati.

Secondo uno studio pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition, per contrastare il colesterolo cattivo bisognerebbe assumere ogni giorno le calorie che servono al corpo per stare bene. Dovrebbero provenire dal:

  • 55-60% carboidrati, preferibilmente integrali;
  • 10-15% di proteine, provenienti per lo più da legumi, soprattutto soia, pesce azzurro e carni bianche magre;
  • 25-30% di grassi, preferendo i grassi insaturi degli oli vegetali sia per condire che per realizzare le ricette dolci o salate.

Esercizio fisico

Tali indicazioni per la dieta corretta contro il colesterolo cattivo sono efficaci se abbinate a uno stile di vita attivo, che preveda dunque un po’ di sano esercizio fisico da svolgere ogni giorno, se possibile. Non bisogna per forza iscriversi in palestra: bastano 40 minuti circa di camminata veloce al giorno, oppure una corsetta che aiuti il corpo a mantenersi in forma.

Foto: Cardiogram pulse trace and heart concept for cardiovascular medical exam – Shutterstock