Sono molto comuni e, quasi sempre, gettano i neo genitori nel panico. Le coliche dei neonati rappresentano un argomento molto discusso e, tuttora, non esiste un’unica teoria che ne descrive cause e rimedi, ma ci si affida piuttosto a una serie di consigli che possono alleviare questo disturbo.

Anche dopo poche settimane dalla nascita, il bambino inizia a manifestare episodi frequenti di pianto inconsolabile, spesso alla stessa ora del giorno, che tuttavia passa se viene cullato o, più semplicemente, steso a pancia in giù sulle braccia di mamma o papà.

Galleria di immagini: Neonati

Se questo iter si verifica, probabilmente il bimbo soffre di coliche gassose: è importante tuttavia distinguere questo fenomeno da altre problematiche che possono causare disturbi simili nel neonato, come il reflusso gastroesofageo, per il quale è necessario un consulto con il pediatra.

Le coliche, invece, si manifestano proprio quando il bimbo è in buona salute e cresce regolarmente di peso. Per riconoscere e cercare di alleviare il fastidio nei piccoli, bisogna prestare attenzione ad alcuni segnali, riassunti nella cosiddetta “regola del tre“: il pianto associato alle coliche avviene in mancanza di altri disturbi e dura per più di tre ore al giorno, tre o più giorni della settimana, e per tre settimane di seguito. Un altro sintomo tipico è la tendenza del neonato a flettere improvvisamente le gambe sul pancino durante la crisi, segno di evidente dolore improvviso.

Per quanto riguarda le cause, sono state fatte vaie congetture, nessuna ancora confermata scientificamente, prima fra tutte la semplice immaturità dell’apparato digerente del bimbo. A questa si aggiunge il naturale stato d’ansia della mamma, che generalmente si proietta sul piccolo. Si è anche parlato di normali difficoltà nello sviluppo delle emozioni, infatti anche la durata del pianto si assesta dopo poche settimane dalla nascita, proprio come le coliche.

Dal punto di vista alimentare, non sono stati individuati finora cibi o bevande che, se assunti dalla madre che allatta al seno, possono causare fenomeni di coliche, tuttavia alcuni suggeriscono di moderare il consumo di latticini per non appesantire il latte materno.

Rimedi utili:

  • Sia che il bimbo sia allattato al seno sia che prenda il biberon, sarebbe meglio non farlo stare completamente sdraiato durante la poppata, per facilitare la digestione. Anche il classico ruttino è importante a tal proposito;
  • Massaggiare il pancino ogni giorno e non durante la crisi di pianto, seguendo movimenti circolari che facilitino l’espulsione dell’aria;
  • Tenere il piccolo a pancia in giù, possibilmente facendogli cambiare ambiente, lo aiuta a rilassarsi e distrarsi, senza tuttavia stimolarlo eccessivamente;
  • Farsi consigliare dal pediatra una tipologia di fermenti lattici da somministrare al neonato, che solitamente riducono gli episodi e l’intensità delle coliche;
  • Anche alcune leggere tisane a base di erbe possono aiutare, come quella preparata con semi di finocchio;
  • Fare al bimbo un bagnetto in acqua tiepida, che dovrebbe aiutarlo a rilassare i muscoli intestinali;