Esce in questi giorni in Inghilterra un film che ha del miracoloso. Si tratta di una pellicola girata dal novello regista Marc Price, un horror ambientato a Londra che ha per protagonista il giovane Colin che all’improvviso si ritrova trasformato in zombie. Ma ciò che rende unica e assolutamente affascinante questa pellicola è il suo costo di realizzazione: a detta del regista, infatti, per l’intera realizzazione del film sono bastate sole 45 sterline.

Il trentenne Price, impiegato in una ditta di spedizioni, pare sia rimasto folgorato da un’intervista rilasciata da Shane Meadows, autore di “This is England”, nella quale il regista e sceneggiatore inglese sosteneva che chiunque può fare un film, basta che prenda una telecamera ed esca a girare. E così ha fatto il giovane Marc. Ha preso lo stretto necessario alle riprese e si è messo a girare. Ora, dopo aver girato vari festival internazionali, tra cui Cannes, il suo film è pronto per uscire al cinema.

Per realizzarlo al regista sono bastati un po’ di melassa, una videocamera digitale, un notebook per montare e l’aiuto di qualche amico. La storia è interamente girata nell’appartamento del regista e per le strade del quartiere di Tooting, a sud di Londra. Il coinquilino dell’autore ha funzionato da assistente tecnico e basilare è stato l’aiuto di una amica, truccatrice professionista. Per il resto, gli attori sono tutti amici del gruppo o semplici passanti che si sono divertiti a dare una mano.

La cosa che colpisce di più, di tutta la situazione, non è tanto che siano riusciti a girare il film con così poco, ma che il film stesso sia stato giudicato in grado di essere proiettato al cinema, e non a festival e rassegne gratuite, ma propriamente distribuito. Siamo molto curiosi di vedere quale sarà il risultato finale del film, se si è voluto puntare tutto sul concetto del low cost o se effettivamente il regista sia riuscito nell’impresa di realizzare un film funzionante con così pochi mezzi. Nell’epoca in cui il digitale dimezza i costi e chiunque può girare qualunque cosa, è importante sapere che anche il mercato è pronto ad accettare opere di questo tipo.