Il colloquio di lavoro è il passo più importante e in pochi attimi ci si gioca il tutto per tutto. Solitamente in 120 secondi il datore di lavoro, o chi è addetto al reparto delle risorse umane, decide l’eventuale assunzione del candidato. Dunque, in quel breve lasso di tempo è di estrema importanza fare una buona impressione.

Innanzitutto, durante il colloquio di lavoro bisogna dimostrarsi entusiaste e piene di energia, ma soprattutto piene di idee. Nel momento in cui prende la parola il selezionatore buona regola è non interromperlo. Bisogna anche prestare attenzione a ogni minimo gesto, sin dal momento in cui ci si presenta; la stretta di mano deve essere decisa ma non troppo.

Attenzione anche allo stato in cui si trova la mano, che potrebbe risultare sudata a seguito dell’elevato nervosismo e agitazione che vi circonda. Durante il colloquio si deve fare attenzione a ciò che viene detto e stabilire un contatto con lo sguardo; guardare il proprio interlocutore negli occhi esibendo anche un bel sorriso non fa altro che porre chi si ha di fronte in una posizione favorevole e, a sua volta, potrebbe istintivamente rispondere con un altro sorriso.

Altro aspetto è il look, da curare nei minimi particolari; tutto dipende dal posto per il quale vi siete candidate, ma sicuramente sono da evitare magliette e pantaloncini corti. Il tailleur sarebbe l’ideale ma, in generale, un abbigliamento sobrio ed elegante al tempo stesso può andar bene. Se si hanno dubbi su come vestirsi si potrebbe fare una telefonata per chiedere qual è il codice di abbigliamento nell’azienda presso la quale si dovrà sostenere il colloquio. Per essere più precisi, bisogna dire che è sempre meglio assumere un atteggiamento professionale dal momento in cui si entra nell’azienda, cercando di colpire positivamente ogni singola persona presente, dalla segretaria alla receptionist. Una probabile mossa di chi vi deve giudicare è quella di carpire informazioni chiedendo ai propri dipendenti pareri su di voi, su come vi siete comportate e cosa avete fatto nell’attesa di essere ricevute.

In ultima analisi, se durante il colloquio il vostro interlocutore cercherà di farvi sentire a vostro agio, cercate di gestire la situazione a vostro vantaggio uscendo dal solito schema domanda-risposta e assumendo un atteggiamento più rilassato, ma non troppo. Ѐ bene mantenere la giusta tensione che non permette di rilassarsi eccessivamente e scadere in frasi poco professionali.

Fonte: Careerealism