La Colombia ha scoperto che, all’interno del governo, c’è una love story in corso. E’ stata Cecilia Alvarez Correa, ministra per il Commercio, a rivelare di avere una relazione con la sua collega all’Educazione, Gina Parody. Una storia lesbica, insomma. Che nessuno finora sapeva, anche se alcuni sospetti c’erano.

L’annuncio è arrivato dopo che il giornalista Alfredo Molano aveva detto che ciò che gli piaceva di più dell’esecutivo di Juan Manuel Santos era “l’unione tra Gina e Cecilia, il fatto che due donne lesbiche abbiano un rapporto stabile e allo stesso tempo facciano parte dell’esecutivo”. La ministra, facendo coming out, ha esordito dicendo: “Non capisco perché questo tipo di domande non le fanno agli uomini. Quanti maschi che hanno fatto parte del governo avranno avuto anche loro un orientamento simile al mio. Ringrazio il premier per avermi scelto esclusivamente per motivi professionali, e senza mai intromettersi in questioni private”.

Alvarez Correa ha voluto mettere i puntini sulle i: “La nomina mia o della  mia compagna non sono un messaggio di apertura globale da parte del presidente. Siamo state scelte esclusivamente perché le più capaci a occupare l’incarico”. Cecilia era ministro dei Trasporti nella precedente legislatura Santos; rieleggendola, l’ha spostata in un dicastero dove ha la responsabilità di un’importante task force governativa, creata per riformare norme e regolamenti e rilanciare la produzione industriale del Paese.