Chi pensava che il romanticismo fosse donna, si sbagliava di grosso. Se in queste ore vi aggirate a Milano per la stazione della metro di Rogoredo trovate ovunque dei foglietti che riportano il seguente messaggio:

“Ciao. Lunedì ci siamo incontrati in metropolitana. Siamo saliti a Rogoredo alle 8.20 e tu sei scesa a Duomo. Avevi i capelli raccolti in una coda e lo zaino Umbro. Sono quello che ha soccorso una donna svenuta (che effetto che faccio!). Ti prego, contattami via mail“.

Tutto ciò con un’intestazione chiara, a caratteri cubitali: “Colpo di fulmine totale“. Ma di colpi di fulmine così se ne sono contati negli ultimi tempi almeno altri due: una ragazza che aveva viaggiato su un volo per Palermo con l’uomo dei suoi sogni sul sedile di fianco e un ragazzo che a Porta Genova (Milano) aveva chiesto indicazioni a una folgorante ciclista.

In entrambi i casi le ricerche attraverso Twitter non hanno prodotto risultati, anzi, hanno creato tanti pettegolezzi e prese in giro. Ma tante volte alla fine non sarebbe più facile sputare il fiato e prendere il coraggio a due mani anziché tentare queste rincorse improbabili?