Come sempre, il made in Italy è una delle poche cose che ci rende orgogliosi di essere italiani. Anche nel settore nautico infatti i nostri cantieri sono quelli più all’avanguardia del mondo, sfornando barche e yacht che sembrano dei veri capolavori del lusso e dell’ingegneria.

A Napoli, nei cantieri Palumbo, è in corso la costruzione di uno yacht che a partire dal 2010 farà impazzire il mondo per la sue bellezza e per la sua potenza. Si chiama Columbus 177 e è un 54 metri disegnato dalla Hydro Tech dell’ingegnere Sergio Cutolo.

Un progetto ambizioso, destinato prevalentemente ai nuovi ricchi provenienti dall’est Europa, sempre più interessati alla nautica di diporto. Columbus 177 è il primo megayacht concepito interamente in Italia. Una conferma del rilancio che la nostra industria cantieristica sta avendo negli ultimi anni, anche grazie alla richiesta sempre più alta da parte dei nuovi milionari russi.

Dietro alla costruzione di Columbus 177 infatti c’è la Columbus Yacht Ltd, una società armatrice monegasca con a capo un magnate russo disposto a spendere qualsiasi cifra pur di avere uno yacht iper-lussuoso.

Dettaglio di Columbus 177

Il progetto prevede infatti 6 suite per gli ospiti, 2 saloni, grandi aree esterne per l’equipaggio e il personale a bordo. La vera chicca è la suite armatoriale, che è praticamente un appartamento con un grande bagno, un’ampia cabina armadio e una comoda libreria-studio.

Lo yacht sarà equipaggiato da una sovrastruttura in lega leggera di alluminio, grazie alla quale sarà possibile ridurre il peso e garantire una stabilità adeguata. La sua carena è di tipo dislocante, rendendolo adatto alla navigazione in ogni condizione di mare. La propulsione sarà affidata a 2 motori turbo diesel da 1.500 kw ciascuno, mentre la generazione della corrente di bordo è garantita da 2 gruppi elettrogeni da 200 kw.

Una costruzione che, nonostante la pretesa di realizzare un prodotto extralusso, non dimentica di rispettare il mare e l’ambiente: tutte le acque di bordo infatti sono depurate prima di essere scaricate, mentre i gruppi elettrogeni sono dotati di filtro antiparticolato.

Peccato che Columbus 177 non potrà essere acquistato da un italiano: sono solamente due infatti gli esemplari che i cantieri Palumbo realizzeranno e che resteranno nelle mani di questo misterioso magnate russo.